Home»News»Mondadori, Fondazione IARD e Zurich/ Presentano 'Ragazzi al volante'

Mondadori, Fondazione IARD e Zurich/ Presentano 'Ragazzi al volante'

0
Condivisi
Pinterest Google+

MILANO – Quando si affronta il tema della sicurezza stradale in ambito giovanile, spesso si sente parlare del “ragazzo come conducente” e molto poco dell’influenza sociale esercitata dal gruppo di coetanei. La ricerca/azione condotta da Fondazione Iard, sintetizzata nel libro ”Ragazzi al volante”, parte dalla convinzione che le dinamiche di gruppo svolgano un ruolo cruciale nei comportamenti di guida adottati dagli adolescenti. Attraverso una serie di attività, tra le quali spicca per efficacia la tecnica del role playing, in cui i ragazzi selezionati hanno messo in scena situazioni tipo (come ad es. un sabato sera con gli amici), i ricercatori della Fondazione IARD sono riusciti a determinare una autonoma presa di coscienza da parte dei ragazzi rispetto alla estrema pericolosità della loro condotta di guida, coscienza che si è allargata al gruppo dei pari. Nello spirito di mettere al centro il protagonismo giovanile, la presentazione del libro “Ragazzi al volante” vuole offrire ai giovani l’occasione di parlare di sé, con un pubblico adulto disposto ad ascoltare e mettersi in discussione. Saranno gli stessi studenti delle scuole di Brescia e Bergamo che hanno partecipato alla ricerca a confrontarsi con altri giovani coetanei e con ospiti provenienti dal mondo sportivo, tra cui il pilota di classe 250 Marco Simoncelli, e i giocatori di basket Danilo Gallinari e Martina Crippa. Fungeranno da moderatori: il dj Nicola Vitello, che farà anche una breve intervista a Renato Pocaterra, Marina Marchese, reporter di “Sottoiventi” e Gregorio Romeo, giornalista de “IL VULCANO.

Articoli precedente

TOYOTA/ Inaugura a Roma la scuola T-TEP Press lo Città dei ragazzi

Articolo successivo

NISSAN/ Una nuova NOTE per l'inverno