Home»News»Doppietta Hyundai in Polonia, Neuville riapre il mondiale Rally

Doppietta Hyundai in Polonia, Neuville riapre il mondiale Rally

0
Condivisi
Pinterest Google+

Doppietta Hyundai nell’ottava prova del WRC: Thierry Neuville si è imposto nel Rally di Polonia precedendo il compagno di scuderia Hayden Paddon. Per il belga si tratta del terzo successo stagionale, mentre il pilota neozelandese è il primo podio del 2017, cominciato malissimo con il mortale investimento nella gara di apertura, a Montecarlo. Con l’anticipato cambio del navigatore (Marshall al posto di Kennard già dal Rally di Portogallo anziché dal prossimo, in Finlandia) Paddon sembra aver ritrovato la fiducia dei tempi migliori.

Neuville si è imposto in 9 dei 22 stage corsi (il maltempo ha indotto gli organizzatori a cancellare la SS6) contendendo la testa della gara a Jari Matti Latvala (Toyota Yaris) ed a Ott Tänak (Ford Fiesta), poi usciti di scena. Il primo ha conquistato almeno i 5 punti del power stage ma è finito ventesimo, il secondo è stato costretto al ritiro nella penultima cronometrata. Il podio del rally di Polonia è stato completato dal campione del mondo Sébastien Ogier (Ford Fiesta), che ha beneficiato dei problemi degli altri piloti. Il francese continua a guidare in modo “conservativo”: ha vinto un solo rally, ma è sempre andato a punti ed il suo peggior piazzamento è stata la quinta posizione della gara che si è svolta all’inizio di giugno in Sardegna. Neuville gli ha sfilato altri 7 punti: il belga si è issato a quota 149, mentre Ogier si è arrampicato a 160. Con cinque gare ancora da disputare, una gran bella battaglia.

Il terzo pilota Hyundai, Dani Sordo, è si è classificato quarto, precedendo il migliore della scuderia Citroen, Stéphane Lefebvre, che ha così “vendicato” l’esclusione dal Rally Italia Sardegna: la quinta posizione del francese è il suo miglior risultato nel WRC assoluto. Andreas Mikkelsen, al quale Kris Meeke è stato costretto a cedere il volante di una delle tre nuove C3, si è dovuto accontentate del nono posto. Un risultato non esaltante. Meglio di lui hanno fatto nell’ordine (6°, 7° e 8°) sia Teemu Suninen, sia Mads Ostberg sia Elfyn Evans, tutto con una Ford Fiesta. La sola Toyota nella Top 10 è quella guidata da Juho Hänninen. Esapekka Lappi, che si era guadagnato in Italia la partecipazione a tutti i prossimi appuntamenti del mondiale, si è dovuto ritirare dopo pochi stage. Il verdetto del Rally di Polonia sembra smentire i risultati della prova isolana italiana: chi doveva confermare il proprio valore non è riuscito a farlo. La prossima occasione la avrà comunque già a fine mese in Finlandia.

Articoli precedente

Kia ancora in testa nella classifica J.D. Power, male gran parte degli europei

Articolo successivo

Luca Petitti alla comunicazione prodotto di Renault Italia