Home»News»Nissan chiuderà Barcellona e ridurrà del 20% modelli e capacità produttiva

Nissan chiuderà Barcellona e ridurrà del 20% modelli e capacità produttiva

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nissan volta le spalle all’Europa ed a Barcellona in particolare dove chiuderà lo stabilimento che attualmente occupa circa 2.800 persone (con l’indotto rischiano il posto almeno 10.000 addetti). La decisione fa parte del piano Nissan Next ufficializzato oggi e del quale alcuni dettagli erano già trapelati nei giorni scorsi. L’obiettivo del costruttore dell’Alleanza franco nipponica è quello di aumentare l’efficienza portando il tasso di utilizzo degli stabilimenti almeno all’80%.

La gamma passerà da 69 modelli a meno di 55: dieci anni fa erano 100

La capacità produttiva globale scenderà da 7,2 a 5,4 milioni di unità l’anno. In caso di necessità potrà comunque arrivare a 6 milioni. Anche la gamma verrà ridotta nella stessa misura, ossia del 20%. Degli attuali 69 modelli (10 anni fa erano un centinaio) ne sopravviveranno meno di 55. L’Europa, come era risultato chiaro dal piano dell’Alleanza presentato ieri, non è più considerato un mercato strategico da Nissan, che sarà il marchio di riferimento per altri paesi. Come la Cina, il Nord America (dove la contrazione del numero di modelli sarà più significativa) ed il Giappone.

La chiusura della fabbrica di Barcellona costerà un miliardo di euro

Il sito britannico di Sunderland resterà aperto e potrebbe subentrare ad altri nell’ambito delle politiche di razionalizzazione dell’Alleanza. Se ne saprà di più domani quando anche Renault presenterà il proprio piano di riorganizzazione che rischia di prevedere qualche chiusura. E che non solo farà “saltare” qualche modello, ma potrebbe anche ridimensionare il marchio Alpine riesumato tre anni fa. Nissan punta ad una marginalità del 5% e ad una quota globale del 6% con la fine del 2023. Circa la chiusura di Barcellona, il governo spagnolo aveva messo in guardia il costruttore con costi di almeno un miliardo di euro.

Articoli precedente

Motore mild hybrid e cambio manuale intelligente per la nuova Kia Rio

Articolo successivo

Lancia Ypsilon Hybrid Ecochic con tecnologia a 12 Volt. Da 14.450 euro