Home»News»Citroen C4 Cactus, restyling con effetti speciali: tappeto volante e materasso

Citroen C4 Cactus, restyling con effetti speciali: tappeto volante e materasso

0
Condivisi
Pinterest Google+

Citroën C4 Cactus, restyling con effetti speciali: tappeto volante e materasso

Con il restyling, Citroën C4 Cactus porta sul mercato due novità: l’“effetto materasso” dei sedili e l’“effetto tappeto volante” delle sospensioni. Perché il brand francese rivendica con la sua numero uno, la britannica Linda Jackson, la sfida sul comfort che ha sempre caratterizzato la sua produzione. Che è poi uno dei tre pilastri dell’offerta di Citroën per “conquistare il mondo”: gli altri sono sono coerenza e creatività.

Sedili Advaced Comfort e sospensioni con ammortizzatori idraulici progressivi

I sedili Advanced comfort sono un’anteprima mondiale ed assicurano una più piacevole permanenza a bordo. L’imbottitura prevede uno strato più spesso di schiume morbide: 15 anziché 2 millimetri. Le sospensioni con ammortizzatori idraulici progressivi debuttano in Europa proprio con C4 Cactus, perché in Cina, dove sono state impiegate per la prima volta, sono già disponibili sulla C5 Aircross. La tecnologia riduce l’effetto fine corsa. I sedili Advanced sono a richiesta, le sospensioni (20 brevetti in fase di sviluppo) sono invece di serie sull’intera gamma ad eccezione dei modelli con l’unità entry level PureTech 82.Citroën ha lavorato molto anche sul comfort acustico, con interventi selettivi sull’insonorizzazione che includono vetri più spessi e accorgimenti per il motore ed il pavimento.

Gli airbump sono “scivolati” nella parte inferiore

Trattandosi di un aggiornamento, le proporzioni della carrozzera non cambiano: 4,17 metri di lunghezza e 2,6 di passo. Ciononostante il modello, che per Citroën è una “berlina compatta”, ma che per i canoni automobilistici attuali è un crossover, cambia abbastanza nel look. Però perde anche un po’ di quell’originalità che l’aveva caratterizzata. Gli airbump – cioè i cuscini salvalamiere –  sono “scivolati” nella parte bassa della carrozzeria e sono assai meno vistosi rispetto a prima. La funzione non cambia, spiegano a Parigi, ma visivamente è un’altra cosa. Al frontale viene conferita la firma luminosa con i fari su due livelli ormai tipica del Doppio Chevron, così come al posteriore si distinguono gli stilemi del brand.

La nuova C4 Cactus arriva la prossima primavera

Sempre connessa, C4 Cactus offre fino a 12 sistemi di assistenza alla guida, di 31 combinazioni cromatiche esterne e 5 allestimenti interni. La gamma motori con Start&Stop di serie è composta da quattro benzina e due diesel. Le novità sono la disponibilità del benzina PureTech da 130 cavalli con cambio manuale e, fra un anno, del diesel BlueHdi 120 EAT6. La rinnovata C4 Cactus debutterà in primavera.

Articoli precedente

Porte aperte per la gamma ibrida Suzuki: Ignis, Baleno e Swift

Articolo successivo

La Fiat 500 da 5 euro...una moneta d'argento per i 60 anni del Cinquino