Home»News»La nuova ammiraglia Jaguar XJ sarà elettrica. JLR non teme la Brexit

La nuova ammiraglia Jaguar XJ sarà elettrica. JLR non teme la Brexit

0
Condivisi
Pinterest Google+

La nuova ammiraglia Jaguar XJ sarà elettrica. JLR non teme la Brexit

La Jaguar XJ dopo la I-Pace: il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata ha deciso che la nuova generazione dell’ammiraglia sarà a zero emissioni. “La propulsione elettrica è il futuro della mobilità”, ha sintetizzato Ralf Speth, Ceo di Jaguar Land Rover (JLR).

Una variante elettrificata Jaguar e Land Rover per ciascun nuovo modello dal 2020

“Essendo la nostra una lungimirante azienda britannica, ci impegneremo a realizzare la nostra prossima generazione di veicoli a zero emissioni nel Regno Unito”, ha aggiunto. E questo malgrado la Brexit ed il piano di ridimensionamento occupazionale in parte già attuato. L’obiettivo è tuttavia ancora più ambizioso e cioè proporre dal prossimo anno una variane a batteria per ciascun nuovo modello, non solo Jaguar, ma anche Land Rover.

La prossima Jaguar XJ sviluppata dallo stesso team della I-Pace

La nuova gamma di veicoli elettrificati verrà prodotta presso il sito di Castle Bromwich. Questa cosa dovrebbe contribuire al salvataggio di migliaia di posti di lavoro. La nuova Jaguar XJ elettrica sarà sviluppata dallo stesso team di esperti e tecnici che hanno “creato” la Jaguar I-Pace eletta World Car of the Year 2019. JLR punta anche ad assemblare le batterie ad Hams Hall, ad una manciata di miglia da Castle Bromwich, dove ha un sito anche Bmw.

La capacità del Battery Assembly Centre di Hams Hall è di 150.000 unità l’anno

Il nuovo Battery Assembly Centre entrerà in funzione nel 2020 e, assicura il costruttore, “sarà il più innovativo e tecnologicamente avanzato del Regno Unito“. La capacità installata annunciata è di 150.000 unità l’anno. La nuova gamma di veicoli elettrici di JLR nascerà sulla aggiornata Modular Longitudinal Architecture (MLA), che permette di realizzare anche veicoli a benzina, diesel e ibride.

 

 

 

Articoli precedente

Pierluigi Sinicropi Fleet & Remarketing manager in Mitsubishi e Ssangyong

Articolo successivo

Skoda Scala: omen nomen per un modello dalle grandi ambizioni