Home»News»Ford Puma, il nuovo crossover ispirato ai suv dal bagagliaio sorprendente

Ford Puma, il nuovo crossover ispirato ai suv dal bagagliaio sorprendente

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ford Puma, il nuovo crossover ispirato ai suv dal bagagliaio sorprendente

Il bagagliaio che non ti aspetti è quello della nuova Ford Puma, un modello sviluppato sulla stessa piattaforma della Fiesta, rispetto alla quale è però più lunga di 15 centimetri. L’inedito crossover sviluppato in Europa (a Colonia, in Germania) e progettato per l’Europa (almeno per ora) dove verrà anche fabbricato (a Craoiva, in Romania), arriva a 4,19 metri con un’altezza da terra di 16,4 centimetri.

Ford Puma, solo il nome in comune con il modello fuori produzione

A parte il nome, la nuova Ford Puma non ha niente a che vedere con il vecchio modello dell’Ovale Blu. E non è nemmeno una semplice evoluzione della declinazione Active della best seller europea di Ford (disponibile anche sulla Focus). Il crossover è proprio un modello nuovo, ispirato ai suv, per il quale i designer hanno avuto la mano quasi libera. Esteticamente è convincente ed è stato affinato nel giro di questi ultimi anni, visto che i primi schizzi risalgono all’autunno del 2015. Sul mercato arriverà tra la fine del 2019 e gli inizi del 2020 senza motorizzazione elettrica.

Prima variante mild hybrid per le auto dell’EcoBoost da 1.0 litri

Però porterà al debutto l’EcoBoost a tre cilindri da 1.0 litri in versione mild hybrid accoppiato alla sola trasmissione manuale. L’unità sarà declinata su due livelli di potenza: 125 e 155 CV. Il costruttore parla di un incremento dell’efficienza nel traffico urbano del 10% e di minori emissioni pari a 5 g/km nel ciclo WLTP. Ford dichiara percorrenze comprese tra i 18,5 ed i quasi 23 chilometri per litro. In gamma ci sarà poi anche lo stesso EcoBoost “tradizionali” da 125 CV. Malgrado la sua compattezza, anche la Ford Puma sorprende per il comfort dell’abitacolo, estremamente spazioso.

dav

Il portellone dei miracoli”: fino due sacche da golf nel bagagliaio

Ma è aprendo il portellone e scoprendo il doppio fondo del vano bagagli che si scopre la “rivelazione”. Cioè un ulteriore comparto con tanto di bocchettone per il deflusso dei liquidi che consente ai alloggiare fino a due sacche da golf per un’altezza complessiva di 1.143 millimetri. Una sorta di bagagliaio a fisarmonica, almeno in verticale, che in orizzontale raggiunge il metro di larghezza. Tra le altre soluzioni adottate sulla Ford Puma ci sono anche (a richiesta) i sedili con rivestimenti a cerniera, più facili da lavare, ma che consentono anche di giostrare sulla personalizzazione. Il prezzo sarà compreso tra quello dei suv EcoSport e Kuga.

Articoli precedente

Mini John Cooper Works GP, la Mini di serie più potente della storia

Articolo successivo

Svelata la Kia XCeed, il nuovo crossover urbano da 4,4 metri di lunghezza