Home»News»Ritorna la Opel Calibra? Il prototipo Buick Avista riaccende le aspettative

Ritorna la Opel Calibra? Il prototipo Buick Avista riaccende le aspettative

1
Condivisi
Pinterest Google+

Che in casa Opel si stia pensando al ritorno di un modello sportivo come è stata la Calibra? L’ipotesi torna a prendere forma in questi giorni con la presentazione della Buick Avista al Salone di Detroit. Si tratta di un prototipo di coupé 2+2 dotato di motore 3.0 V6 turbo da 400 cv abbinato alla trazione posteriore e a un cambio automatico a otto rapporti, che per dimensioni e prestazioni (presunte) potrebbe fare concorrenza alla Bmw M4. E a ben guardare l’aspetto della Avista, che sembra un’auto già praticamente pronta per la produzione, viene da chiedersi se la General Motors non stia proprio pensando di mettere in commercio una nuova coupé per proporsi quale alternativa alle solite e blasonate Audi A5, Bmw Serie 4 e Mercedes Classe C coupé. Un’auto da proporre sicuramente negli Usa con il marchio di lusso Buick, ma che potrebbe arrivare in Europa “rimarchiata” come Opel e con una serie di modifiche (assetto e gamma motori) adatte alle esigenze del Vecchio Continente. Ovviamente ci stiamo muovendo nel campo delle ipotesi, ma già da anni si parla di un modello sportivo che possa rilanciare definitivamente l’immagine della Casa tedesca, rispolverando magari un nome come Calibra, rimasto nel cuore di tanti appassionati di motori. In quello che oggi sembra un “lontano” 2010, Nick Reilly, al tempo Presidente di GM Europe, aveva dichiarato che nel 2013 avremmo potuto assistere a un ritorno di una coupé sportiva come la Opel Calibra, derivata dal prototipo GTC Concept del 2007 (era realizzato sulla base della Insignia). Il perdurare della crisi in Europa e le difficoltà della Opel congelarono di fatto questo progetto, ma forse oggi i tempi sono finalmente maturi per il ritorno di una coupé sportiva by Opel.

opel-calibra

Ricordiamo brevemente che la Opel Calibra (foto sopra) è stata presentata al Salone di Francoforte del 1989 ed è rimasta in produzione fino a 1997: complessivamente ne sono stati vendute più di 220.000 esemplari. Derivata dalla Opel Vectra e caratterizzata da un design molto “pulito”, aveva un’ampia gamma di versioni con al vertice la Calibra Turbo dotata di un 2.0 sovralimentato da 204 cv, cambio manuale a sei marce e trazione integrale. Era una vera granturismo: le prestazioni erano simili a quelle delle varie “rally replica” (Lancia Delta Integrale, Ford Escort Cosworth, Toyota Celica GT-4…), ma era decisamente più pratica, confortevole e decisamente meno vistosa da utilizzare tutti i giorni.

Articoli precedente

Infiniti Q60 coupé, con 405 CV e la trazione posteriore promette scintille

Articolo successivo

Lexus LC 500, sportiva con classe. In Italia, fra qualche mese, l'ibrida