Home»News»Opel Insignia Sports Tourer, più lunga, più spaziosa, più leggera

Opel Insignia Sports Tourer, più lunga, più spaziosa, più leggera

0
Condivisi
Pinterest Google+

Oltre alla seconda generazione della berlina, la casa del Fulmine presenta al Salone di Ginevra anche l’aggiornata variante station wagon dell’ammiraglia, Opel Insignia Sports Tourer, che tra le altre cose guadagna 100 litri di capacità di volume di carico. Tra le altre cose guadagna il portellone posteriore elettrico che si apre con un movimento del piede ed il Lane Keep Assist con funzione di correzione automatica dello sterzo, la frenata di emergenza autonoma e molti altri sistemi nonché i fari Opel IntelliLux LED a matrice di ultima generazione. L’apertura degli ordini italiani è stata fissata in occasione della presentazione, che avverrà il 7 marzo, alla vigilia del motor show elvetico. Opel Insignia Sports Tourer vanta un bagagliaio che arriva fino a 1.640 litri (100 in più di prima e quasi 200 in più rispetto alla berlina) e dispone, prima vettura di Rüsselsheim, del cambio automatico a otto rapporti, della telecamera da 360° e della trazione integrale intelligente con torque vectoring.

Opel Insignia Sports Tourer misura 4,986 metri di lunghezza (prima erano 4,913 metri) con un passo lievitato di 92 millimetri e che adesso raggiunge i 2,83 metri. La carreggiata è aumentata di 11 millimetri e l’altezza non arriva a 1,49 metri. Griglia e gruppi ottici sono ispirati alla (apprezzata) Monza Concept. La seconda generazione di Opel Insignia Sports Tourer è più leggera di 200 chilogrammi, a seconda di motorizzazioni (il costruttore non ha rivelato ancora alcun dettaglio circa la gamma) ed allestimenti. La familiare tedesca beneficia delle stesse tecnologie già anticipate per la berlina (head-up display, cruise control adattativo, rear cross trafic alter e via elencando) ed è la prima Opel con cofano anteriore attivo che in caso di impatto si solleva nel giro di una frazione di secondo, aumentando così la distanza rispetto al motore e la protezione offerta ai pedoni. Naturalmente è all’avanguardia anche sul fronte della connettività, con i servizi Opel OnStar e l’intero armamentario IntelliLink compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

Articoli precedente

Ancora rialzi sul GPL, l'aumento di Esso è di 2,5 cent

Articolo successivo

Lontani dallo stress con Volvo V90 Cross Country e Tablet Hotels