Home»News»Opel Zafira, il Belgio vuole verificare i dati delle emissioni

Opel Zafira, il Belgio vuole verificare i dati delle emissioni

0
Condivisi
Pinterest Google+

Le autorità del Belgio intendono verificare i valori delle emissioni di Opel Zafira. Lo ha riferito il ministero dell’economia del paese dopo che il portavoce di Kris Peeters aveva auspicato trasparenza da parte del marchio tedesco controllato da Generale Motors. L’emittente VRT aveva parlato di due casi in cui i concessionari avrebbero “aggiustato” i dati con un agiornamnto del software senza che i proprietari ne fossero a conoscenza. Il costruttore aveva già respinto con forza l’accusa replicando che “non corrisponde al vero che concessionari Opel abbiano impiegato un software per modificare i dati sulle emissioni su Opel Zafira Tourer con motori diesel da 1.6 litri”. L’aggiornamento, hanno fatto sapere da Rüsselsheim, è stato concordato con la Motorizzazione federale in Germania (KBA). Tuttavia, il ministero dell’economia del Belgio sembra non volersi accontentare e intende verificare le emissioni di Opel Zafira.

Anche in Germania, Opel era finita nel mirino delle autorità (così come Renault e Daimler) per presunti scostamenti sulle emissioni: il costruttore ha sempre respinto ogni addebito. E finora nessun ente è riuscito a dimostrare la veridicità dei suoi sospetti contribuendo – così come avevano fatto in parte le autorità francesi con la Losanga – a creare ulteriori incertezze. Il numero uno di Daimer, Dieter Zetsche, ha nel frattempo rilasciato una dichiarazione nella quale spiega all’edizione domenica del quotidiano Die Welt che “da noi non si froda, da noi non sono stati manipolati i dati sulle emissioni”. I funzionari della KBA avevano trascorso due giorni presso il quartier generale d Daimler effettuando prove e test senza trovare vetture con valori fuori norma. Per il momento la KBA non ha ancora reso noto quali modelli, fra i 50 presi in esame (incluse auto a marchio Fiat e Alfa Romeo), che avrebbero emissioni non conformi. In Germania, i primi richiami di Volkswagen dovrebbero cominciare nel corso di questa settimana.

Articoli precedente

L'Aston Martin DB10 di 007 all'asta per Medici Senza Frontiere

Articolo successivo

Impennata del petrolio, ma prezzo diesel scende fino a 1,1 cent