Home»News»In auto mai più senza… La top 10 di DriveK degli optional desiderati in Italia

In auto mai più senza… La top 10 di DriveK degli optional desiderati in Italia

0
Condivisi
Pinterest Google+

In auto mai più senza… La top 10 di DriveK degli optional desiderati in Italia

Per gli automobilisti italiani il park assist è diventato un optional fondamentale, almeno secondo l’analisi di DriveK, il portale per la scelta e la configurazione dell’auto nuova. Sulla base dei oltre 2.000 preventivi elaborati negli ultimi tre mesi, DriveK ha stilato una classifica degli accessori giù gettonati. Assieme ad alte due funzioni, il park assist supera il 20% di gradimento.

Park Assisti con il 29% di gradimento. Poi il navigatore integrato

Nel caso dell’assistenza al parcheggio sfiora addirittura il 30% (29, per la precisione). Un quarto degli automobilisti vuole anche assolutamente il navigatorie integrato, mentre il 21% non intende rinunciare all’antifurto. Secondo Tommaso Carboni, Country Manager per l’Italia di MotorK, la società che controlla il portale, l’analisi disegna “un ritratto piuttosto chiaro degli automobilisti che cercano un’auto nuova”. “La tecnologia – spiega – ha ormai un ruolo preminente e nel futuro assisteremo a un incremento della richiesta di tutti quegli optional come i cosiddetti ADAS“. Gli accessori incidono solitamente per il 15% sul costo complessivo di acquisto: una quota importante. Non a caso molti costruttori stanno integrando alcuni sistemi nella dotazione di serie.

Pacchetti sulla sicurezza optional ancora non troppo richiesti

Ai piedi del podio sul gradimento degli optional ci sono tetto panoramico apribile e vernice metallizzata o premium con il 17%. I cerchi in lega occupano il sesto posto con il 16% seguiti dal Winter Pack con il 15%. Interni e/o accessori in pelle vengono desiderati al 13% degli automobilisti, la medesima quota dei sistemi di connettività con Apple CarPlay o Android Auto. Chiudono la Top 10 il climatizzatore automatico ed il Cruise Control (10%). I pacchetti sulla sicurezza vengono ancora “snobbati” sono al 13° posto con il 7% di richieste. L’Unione Europea punta ad oltre una trentina di sistemi per la dotazione di serie entro qualche anno: la sicurezza non sarà più un optional. Solo che, naturalmente, saranno gli automobilisti a pagarla.

Articoli precedente

Torna la smart EQ fortwo e-cup: sei tappe elettrizzate dall'italiana E-GAP

Articolo successivo

Yellow Motori in TV: puntata del 21 aprile 2019