Home»News»PATENTE/ Verso controlli per sospetta sonnolenza diurna

PATENTE/ Verso controlli per sospetta sonnolenza diurna

0
Condivisi
Pinterest Google+

Roma – Patente “a rischio” per gli automobilisti affetti dalla apnee ostruttive del sonno (OSAS). Entro fine anno anche l’Italia, come gli altri stati dell’Unione Europa, deve recepire la direttiva 2014/85 in materia e per la quale sono in corso incontri serrati tra istituzioni locali e centrali, medici e associazioni di categoria per definire metodi e norme attuative. Con il dispositivo verranno resi obbligatori gli interventi diagnostici, terapeutici e di follow-up richiesti per il conseguimento dell’idoneità psico-fisica alla guida per tutti i conducenti di veicoli a motore con sospetta OSAS (un miliardo di costi a carico della collettività). Una direttiva che punta ad aumentare la sicurezza visto che il 22% degli incidenti stradali che avvengono in Italia è ascrivibile alla sonnolenza diurna. Si tratta di 40.000 sinistri nel Belpaese e di 240.000 in Europa. L’OSAS si manifesta con l’avanzare degli anni e colpisce soprattutto i maschi. Le stime sono di 4,4 milioni di soggetti affetti da apnee notturne di cui oltre 2.000.000 quelli in cui la malattia si presenta con sonnolenza diurna.

 

Gli Stati membri hanno l’obbligo di conciliare gli obiettivi della direttiva con le modalità di rilascio delle patenti, con il rischio concreto di determinare gravi disservizi nei trasporti pubblici e privati, con ovvie ripercussioni sull’economia reale. L’OSAS non è una patologia causa solo di eccessiva sonnolenza, è anche un fattore di rischio ed è spesso associata a obesità, infarto del miocardio, ictus, fibrillazione atriale, sindrome metabolica, disturbi cognitivi e stesso diabete, ovvero tra le principali cause di mortalità del mondo occidentale. Il ministero della Salute ha messo al lavoro due commissioni tecniche di esperti con il coinvolgimento del Ministero dei Trasporti per l’inserimento legislativo, specificamente dedicato, nel codice della strada dopo l’approvazione delle Istituzioni.

Articoli precedente

Ford Mondeo SW

Articolo successivo

PEUGEOT/ Vision Gran Turismo, supercar virtuale da 875 CV