Home»News»Pechino-Parigi, sfilata di Alfa Romeo Giulia sugli Champs-Elysées

Pechino-Parigi, sfilata di Alfa Romeo Giulia sugli Champs-Elysées

0
Condivisi
Pinterest Google+

Una Alfa Romeo Giulia, una di quelle nuove, ha accolto due Alfa Romeo Giulia storiche, quelle della scuderia del Portello che dopo un viaggio di oltre un mese attraverso 11 nazioni per un totale di 14.000 chilometri percorsi hanno concluso la titanica Pechino-Parigi. La rievocazione della storica Pechino-Parigi era partita il 12 giugno dalla capitale del Regno di Mezzo. Le protagoniste – una Giulia 1.300 Ti del 1969 e una Giulia Super 1.3 del 1973 – hanno potuto sfilare lungo la passerella più famosa al mondo, quella degli Champs-Elysées, a Parigi, dove si trova il Motor Village di Fiat Chrysler Automobiles. Marco Cajani, Alessandro Morteo, Roberto Chiodi e Maria Rita Degli Espositi hanno attraversato Cina, Mongolia, Russia, Bielorussia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Italia, Svizzera e Francia.

Tra le zone più dure il deserto del Gobi e la Mongolia dove gli equipaggi hanno dormito per diverse notti nel deserto e dovuto affrontare prove speciali lunghe fino a 40/50 chilometri, pietraie e attraversare un fiume in piena. La tappa più lunga è stata contabilizzata in Siberia (5.000 chilometri di itinerario): 668 chilometri, da Novosibirsk a Omsk. L’unica tappa italiana, tra il 13 e il 14 luglio, è stata quella di San Martino di Castrozza, in Trentino. Per via di neve e maltempo, gli organizzatori hanno dovuto perfino cancellare alcune prove dolomitiche.

Il giornalista Chiodi (13° assoluto) ha conquistato la medaglia d’oro alla Pechino-Parigi per aver concluso in orario tutte le giornate di gara e aver disputato entro il tempo massimo consentito le innumerevoli prove speciali previste nelle cinque settimane del rally. Inoltre si è piazzato tredicesimo assoluto, secondo di categoria e primo dei sette equipaggi italiani. Le due Giulia d’epoca si sono classificate seconda e terza nella classifica di classe della Coppa Europa, cioè relativa alle tappe percorse tra Polonia e Parigi.

Articoli precedente

Premio UIGA Auto Europa 2017 a Smart Mobility World in ottobre

Articolo successivo

Facelift per Toyota Corolla, aggiornata la best seller mondiale