Home»News»Honda Jazz ibrida con tecnologia e:HEV e oltre 22,2 km/l di percorrenza

Honda Jazz ibrida con tecnologia e:HEV e oltre 22,2 km/l di percorrenza

0
Condivisi
Pinterest Google+

Honda Jazz ibrida con tecnologia e:HEV e oltre 22,2 km/l di percorrenza

Con una esperienza di guida garantita “di livello superiore”, il costruttore fa grandi promesse in relazione alla nuova Honda Jazz che arriverà in estate. E che per la prima volta sarà anche ibrida: anzi, in Europa sarà solo ibrida. La filiale nazione ha già anticipato il listino: da 22.500 euro per l’entry level e da 26.900 per la declinazione ispirata ai suv, la Crosstar. La tecnologia e:HEV della Honda Jazz prevede tre modalità di guida.

Accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,4 secondi

La EV Drive, con la batteria agli ioni di litio alimenta il propulsore elettrico, la Hybrid Drive, con il motore benzina da 1.5 litri che alimenta il generatore elettrico, che a sua volta alimenta il motore a zero emissioni, e la Engine Drive, con l’unità termica collegata direttamente alle ruote tramite una frizione lock-up. Il sistema arriva a 109 CV con una coppia massima di 253 Nm per uno spunto da 0 a 100 all’ora in 9,4”. I consumi dichiarati nel ciclo WLTP sono di 4,5 l/1oo km (4,8 per la Crosstar).

Componenti ibride integrate nel telaio e nel vano motore

Malgrado  il sistema ibrido, la Honda Jazz conferma l’impressionante capacità del bagagliaio che, nella migliore delle configurazioni, raggiunge i 1.203 litri. Il costruttore parla di un “risultato eccezionale, ottenuto grazie ad un’intelligente progettazione dell’abitacolo e dei componenti della trasmissione ibrida, integrati all’interno del telaio e del vano motore”. Lo stesso serbatoio della benzina, del resto, è stato piazzato al centro del telaio, sotto i sedili anteriori. Si tratta di una soluzione unica nel segmento di riferimento.

Honda Jazz con avanzati sistemi di sicurezza e assistenza alla guida

Il costruttore ha lavorato ulteriormente sull’ergonomia dell’abitacolo e, in particolare, dello schermo di controllo. Per la Honda Jazz è stato stimati che “il tempo necessario al guidatore per raggiungere o azionare i principali comandi di guida sia stato ridotto del 58% rispetto alla Jazz della precedente generazione”. Per la prima volta la Jazz sarà disponibile con l’Hotspot Wi-Fi integrato. Il costruttore garantisce inoltre che la “Honda Jazz offre la più completa gamma di funzioni di sicurezza e di assistenza avanzata alla guida della sua categoria”. Tutto, o quasi, ruota attorno al pacchetto Honda Sensing.

Articoli precedente

Nuova Hyundai i30 al Salone di Ginevra, anche N Line in versione wagon

Articolo successivo

Telecamere al posto dei retrovisori esterni in Europa con la Lexus ES 300h