Home»News»Peugeot 3008 promossa a suv: più lunga e alta da terra, debutta a Parigi

Peugeot 3008 promossa a suv: più lunga e alta da terra, debutta a Parigi

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’advanced suv è Peugeot 3008, cioè la ex monovolume che per ragioni di marketing è diventata, appunto, suv. Una “promozione” sul campo accompagnata anche dal debutto dal nuovo ed ergonomico i-Cockpit, il cruscotto digitale grazie al quale la personalizzazione dell’ambiente e degli strumenti diventa estrema. La seconda generazione di Peugeot 3008 verrà presentata al Salone di Parigi 2016 (1-16 ottobre) e verrà commercializzata in Europa quasi in contemporanea. In versione suv, grazie alla nuova piattaforma Emp2, il modello del Leone guadagna 8 centimetri in lunghezza (arriva a 4,45) e pur restando “compatto” offre un passo di 2,675 metri, vale a dire 62 millimetri in più di prima a tutto vantaggio dell’abitabilità (la capacità del vano bagagli arriva a 520 litri con i sedili in posizione standard). La larghezza è invariata, 1,84 metri, ma “con un maggiore spazio interno a disposizione”, mentre l’altezza è di 1,62 metri, incluse le barre al tetto. Quello che sorprende, tuttavia, è l’altezza da terra: 22 centimetri. Il peso è stato ridimensionato di circa un quintale per ottimizzare le prestazioni ed i consumi.

Il nuovo i-Cockpit debutta proprio su Peugeot 3008 con i suoi comandi più funzionali, con il doppio display (uno da 12,3 pollici sempre di serie ed uno per l’infotainment con schermo tattile da 8 leggermente rivolto verso chi guida), MirrorLink e Apple CarPaly a comandi vocali e molto altro ancora, tipo la possibilità di scegliere il colore dell’ambiente interno o l’assenza per caratterizzarlo. Sul fronte dei motori, il costruttore ha anticipato che al debutto Peugeot 3008 sarà offerto con le unità turbo benzina Puretech da 1.2 litri da 130 CV con cambio manuale o automatico e 1.6 THP 165 CV abbinata alla sola trasmissione automatica e con i motori a gasolio a quattro cilindri da 1.6 litri BlueHDi da 100 e 120 CV nonché con il 2.0 litri BlueHDi sia da 150 sia da 180 CV. Gli ingegneri hanno avvicendato la trazione integrale con la tecnologia “Grip Control” per migliorare la tenuta sui fondi più difficili, con la possibilità di affrontare anche percorsi offroad non troppo impegnativi.

Articoli precedente

La roadster con hardtop Mazda MX-5 RF in Europa al Goodwood Festival

Articolo successivo

Esso e Tamoil aumentano il prezzo del diesel di 1 cent al litro