Home»News»Peugeot ancora a rete con la Federtennis con 23 nuove 308 GT Line

Peugeot ancora a rete con la Federtennis con 23 nuove 308 GT Line

0
Condivisi
Pinterest Google+

Peugeot ancora a rete con la Federtennis con 23 nuove 308 GT Line

Peugeot e la Federazione Italia Tennis (FIT) continuano a “giocare” insieme. La filiale nazionale della casa del Leone ha confermato il sostegno al mondo della racchetta. Il prolungamento dell’intesa prevede, tra le altre cose, la messa a disposizione di 23 nuove Peugeot 308 nell’allestimento GT Line.

Soddisfazioni al femminile per il tennis italiano

Le auto verranno impiegate dallo staff tecnico e dalle speranze azzurre per gli spostamenti e gli allenamenti. Le Peugeot 308 “federali” sono personalizzate con una grafica specifica sulle fiancate che comprende il logo della FIT. Negli ultimi anni, le soddisfazioni per il tennis italiano sono arrivate soprattutto dal settore femminile e sono culminate con la finale azzurra degli US Open del 2015. Nel centrale dell’impianto Flushing Meadows Flavia Pennetta si era imposta a Roberta Vinci. Il tennis è il quarto sport più praticato in Italia e Peugeot ritiene il legame con questo sport “molto importante”.

Peugeot sostiene la disciplina a livello mondiale

Il Leone punta a “rafforzare la propria immagine in un mondo che conta un’ampia base di praticanti di tutte le categorie sociali e demografiche”. Dallo scorso anno il marchio transalpino t è Platinum partner del ATP World Tour e vettura ufficiale di oltre 30 tornei del circuito, tra cui gli Internazionali di Roma. La nuova 308 GT Line esibisce alcune caratteristiche stilistiche della versione GTi by Peugeot Sport e propone sia il paraurti anteriore molto sportivo ed i proiettori Full LED di serie. È disponibile sia come berlina a 5 porte sia come familiare ed ha una gamma di motori articolata su tre diesel BlueHDi e su un benzina PureTech.

Articoli precedente

L'Italia senza motor show mondiali ha il presidente del comitato Saloni OICA

Articolo successivo

L'elettrica Fluence vive in Asia come SM3 ZE: 57% di autonomia in più