Home»News»Pick-up elettrici a navette a guida autonoma nel futuro di General Motors

Pick-up elettrici a navette a guida autonoma nel futuro di General Motors

0
Condivisi
Pinterest Google+

Pick-up elettrici a navette a guida autonoma nel futuro di General Motors

General Motors sulle orme di Ford, che aveva deciso di puntare con decisione sui pick-up. Il costruttore americano guidato da Mary Barra che si era “sbarazzato” di Opel ha annunciato un investimento importante, che ricorda quello dell’Ovale Blu. Con una spesa di 2,2 miliardi di dollari, General Motors convertirà lo stabilimento di Hamtramck, a Detroit.

L’avvio della produzione è previsto entro la fine del 2021

L’obiettivo è quello di prepararlo per la fabbricazione di pick-up, naturalmente a zero emissioni. Il primo modello dovrebbero venire prodotto entro la fin del 2021, ossia dopo la fine dei lavori di ristrutturazione dell’impianto, che figurava fra quelli in chiusura. A Hamtramck verranno poi fabbricate anche le navette a guida autonoma, della quale è appena stato presentato un concept, il Cruise Origin. Il “salvataggio” e la conversione del sito rientrano nella nuova e ambiziosa strategia di elettrificazione del costruttore. Che include anche investimenti per altri 800 milioni di dollari per i potenziamento delle forniture.

Grazie anche ai pick-up a zero emissioni verranno creati più di 2.20 posti di lavoro

L’operazione comporterà la creazione di oltre 2.200 posti di lavoro. Una inversione di rotta rispetto al piano di licenziamenti ufficializzato poco più di un anno fa. General Motors non dovrebbe faticare troppo a fare a meno della produzione della Chevrolet Impala e della Cadillac CT6 per ristrutturare l’impianto. Per il momento non è ancora dato sapere con quale marchio verrà lanciato il pick-up a zero emissioni, anche se si rincorrono voci di una declinazione elettrica del famoso Hummer, forse proposto col brand GMC. Entro il 2023 dovrebbe debuttare anche un suv Cadillac a zero emissioni.

Articoli precedente

Futuro-e, il concept coupé di Maruti Suzuki all'Auto Expo di New Delhi

Articolo successivo

Prezzi auto nuove cresciuti del 2,5% nel 2019. Saliranno ancora nel 2020