Home»News»Pneumatico senza aria, la gomma anti stress di Michelin e General Motors

Pneumatico senza aria, la gomma anti stress di Michelin e General Motors

0
Condivisi
Pinterest Google+

Pneumatico senza aria, la gomma anti stress di Michelin e General Motors

Lo pneumatico senza aria è quello che non teme le forature. Si chiama Uptis ed è stato presentato in Canada dai francesi di Michelin e dagli americani di General Motors. Si tratta una gomma il cui acronimo significa Unique Puncture-proof Tyre System. Michelin e GM hanno ufficializzato l’avvio di una partnership di ricerca per testare questo pneumatico.

Missione 2024: le due società vogliono portarlo sul mercato tra 5 anni

L’obiettivo è quello di portarlo sul mercato a partire dal 2024. La prima fase di sperimentazione è già cominciata con la Chevrolet Bolt EV, cioè un’auto a zero emissioni. I test, hanno reso noto le due società, “proseguiranno in condizioni reali su una flotta di veicoli Bolt EV” nello stato americano del Michigan. Con la gomma Uptis gli automobilisti verranno sollevati dalla preoccupazione delle forature. Per la stessa ragione i gestori di flotte dovrebbero veder ridurre i giorni di “fermo auto”. Michelin e GM hanno anche sottolineato il minor impatto ambientale grazie al più contenuto “impiego di materie prime necessarie per la produzione di pneumatici e ruote di scorta”.

Pneumatico senza aria con materiali composti per sostenere il peso dell’auto

Solo a causa delle forature o dei danni legati alle cattive condizioni della strada ogni anno vengono smaltiti anzitempo 200 milioni di gomme. Lo pneumatico senza aria è stato esibito al summit Movin’On di Montreal nel corso del quale la società transalpina ha esposto la propria “Vision”. L’innovazione sarà basata su quattro principi: Airless, Connected, 3D Printable e 100% Sustainable (materiali interamente rinnovabili o biodegradabili). I costruttori hanno spiegato che Uptis si presta in modo particolare alle “forme di mobilità emergenti”. La ricerca ha riguardato l’architettura ed i materiali compositi per consentire allo pneumatico senza aria di supportare il peso del veicolo.

 

Articoli precedente

Intesa tra Toyota e Subaru: svilupperanno una piattaforma elettrica

Articolo successivo

Nio ES6, il secondo suv elettrico della start-up cinese. Costerà 46.000 euro