Home»News»Porsche (57.200 auto) e Ferrari (200), richiami “premium” europei in Cina

Porsche (57.200 auto) e Ferrari (200), richiami “premium” europei in Cina

0
Condivisi
Pinterest Google+

Porsche (57.200 auto) e Ferrari (200), richiami “premium” europei in Cina

Anche i numeri, esattamente come i marchi, sono importanti: Porsche e Ferrari devono richiamare una serie di modelli in Cina. Lo ha fatto sapere l’Autorità statale che si occupa della regolamentazione del mercato. Il richiamo di Porsche riguarda 57.200 macchine. Tanto per dare una dimensione, la casa di Zuffenhausen aveva chiuso il 2018 con un nuovo record di volumi con più di 256.000 auto immatricolate.

Problemi ai componenti della trasmissione per Porsche ed airbag da sostituire per Ferrari

L’importante richiamo è dovuto alla necessità di cambiare alcuni componente della trasmissione. I modelli coinvolti sono 45.685 Panamera prodotte fra il 21 agosto del 2009 ed il settembre del 2016 e 11.515 Cayenne fabbricate tra il luglio del 2008 ed il febbraio del 2010. Si tratta degli stessi modelli per i quali è già stato disposto un richiamo planetario per 337.000 esemplari. L’Autorità del Celeste Impero ha parlato di componenti dalla durata insufficiente che potrebbero impedire al guidatore di selezionare la marcia desiderata o, in casi estremi, anche a condurre a spostamenti indesiderati. Per Ferrari il caso è molto più circoscritto perché riguarda appena 200 bolidi. La casa di Maranello dovrà sostituire gli airbag. Nel 2018 il costruttore italiano ha consegnato oltre 9.000 macchine. I costi di intervento sono naturalmente a spese dei costruttori.

 

Articoli precedente

Compatto e chic: DS3 Crossback, il suv per guidare con stile

Articolo successivo

La Nissan GT-R Nismo 2020 frena all'italiana con l'impianto Brembo