Home»News»Pregiudizi in auto, la Top 10 secondo l’indagine Continental

Pregiudizi in auto, la Top 10 secondo l’indagine Continental

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il galateo automobilistico ha regole proprie, non necessariamente condivisibili. Che la ricerca Continental Tyres ha cercato di analizzare in uno studio che ha coinvolto 2.000 utenti della strada nel Rengo Unito e dalla quale è emerso che ci sono dettagli che fanno la differenza e che rischiano di contare più dei segnali stradali. Il 34% degli intervistati, secondo lo studio, è pronto a cambiare stile di guida “a seconda dei propri pregiudizi su qualcosa di irrilevante come la pulizia di un’autovettura”, come spiega Mark Griffiths, portavoce di Continental Tyres. I pregiudizi in auto riguardano anche il tipo di veicolo o la presenza di un adesivo della squadra di calcio preferita o rivale (fino a 6 su 10 cambiano atteggiamento in questo caso). Sulla base delle risposte dei sudditi della Regina, gli analisti hanno stilato una classifica degli automobilisti che risulta più difficile far passare ad un incrocio.

Al primo posto c’è chi guida parlando al cellulare, poi chi è volante di un’auto ad alte prestazioni seguito da chi traina un caravan. Almeno due di queste, la prima e la terza, hanno anche un fondamento legato alla sicurezza: nel primo caso si teme la disattenzione, nel terzo la minore visbilità. Nell’ordine, la Top 10 è completata da chi guida un’auto vistosa, chi guida una 4×4, un tassista, un principiante, un autista di autobus, chi guida van e un pensionato. Una volta sarebbe probabilmente finito nella lista anche il temutissimo guidatore con il cappello, ma la moda ha contribuito a renderlo meno “antipatico”. Il 27% degli intervistati ha ammesso di sforzarsi di essere cortese verso le persone che utilizzano lo stesso tipo e modello della loro auto. Le opinioni si dividono sulle auto elettriche e ibride, con una su tre che considera giusto il rispetto dell’ambiente e un altro terzo che li descrive come ‘tree-huggers’ (ambientalisti sfegatati) o moralisti.

Articoli precedente

Aumentano benzina e diesel, secondi rincari per Eni e TotalErg

Articolo successivo

Mitsubishi EX concept, suv elettrico al SAlone di Tokyo