Home»News»PEUGEOT/CITROËN/ L'automobile come esperienza di well-being

PEUGEOT/CITROËN/ L'automobile come esperienza di well-being

0
Condivisi
Pinterest Google+

Automobile? Riduttivo: secondo PSA Peugeot-Citroën, quella che oggi consideriamo un semplice mezzo di trasporto diventerà una camera di decompressione nella quale liberarsi dallo stress, ricaricare le batterie e migliorare la propria condizione psicofisica. Un progetto ambizioso che ci è stato mostrato nel corso dell’Innovation Day di ieri, 9 aprile.
 
No, non si tratta di fantascienza, visto che questa concezione tanto immaginifica si basa su tecnologie già esistenti, sfruttate però in modo integrato e migliore. Ma andiamo con ordine: tutto si basa su due “mood” fondamentali, uno rilassante e l’altro energizzante. Il primo assicura un’accoglienza soft, capace di distendere i nervi dopo una giornata in ufficio e prima di mettersi nel traffico. La seconda subentra qualora il cervellone elettronico percepisca, attraverso le telecamere e i sensori di bordo, che il conducente comincia ad accusare stanchezza.
 
Nel dettaglio il trattamento rilassante comincia con un’accoglienza del guidatore da parte di una musica soft; aperta la portiera si troverà il sedile già nella posizione ideale per la decontrazione muscolare, propiziata anche dal programma di massaggio specifico che si attiva nei sedili stessi. Il tutto, accompagnato da specifiche fragranze che si diffondono nell’abitacolo e da luci d’ambiente riposanti. Il secondo programma, quello energizzante, si concretizza invece così: una telecamera permette al computer di capire se il guidatore è stanco: in tal caso, gli suggerisce di attivare il programma apposito tramite il touchscreen. Quando la procedura è arriva, la musica si fa più ritmata, il profumo emesso dalle bocchette tonifica corpo e mente, così come il sedile, che torna a massaggiare schiena e gambe ma in modo più deciso.
 
Interessante, nel dettaglio, lo studio attorno all’udito. PSA sta lavorando sul suono digitale e in 3D. Se per esempio il sistema GPS satellitare dà indicazioni di svoltare a sinistra, la voce proviene dall’altoparlante di sinistra. Per quello che riguarda la qualità dell’aria, le già citate (e note da diversi anni) fragranze stanno per essere affiancare da Pur Air un sistema molto sofisticato, oltre che più avanzato rispetto a quelli attualmente in commercio, per la purificazione dell’aria nell’abitacolo. Questa tecnologia si basa su una fitta rete di filtri, che non solo trattiene tutte le sostanze nocive possibili, ma è anche molto rapida nella reazione a eventuali picchi di inquinamento. Pur Air sarà disponibile a partire dal 2017, prima in Cina e poi in Europa. Infine, la vista: gli occhi troveranno giovamento nell’illuminazione soffusa che passa attraverso il tessuto dei pannelli porta, nelle strisce luminose che corrono lungo il soffitto della vettura e nella possibilità di personalizzare la tonalità delle luci interne.
 
Le soluzioni tecnologiche proposte nel corso dell’Innovation Day non sono rivoluzionarie. Nuovo, piuttosto, è il modo integrato con cui vengono sfruttate: il diffusore di fragranze si era già visto, così come l’illuminazione che cambia colore, il sistema di purificazione dell’aria e la funzione di massaggio “annegata” nei sedili. Tutto questo, però, PSA lo sta integrando per regalare ai propri clienti un’esperienza di guida e di perma

Articoli precedente

PROMOZIONI/ Citroën C3 Picasso a 13.290 euro

Articolo successivo

PEUGEOT/ Le novità del Salone di Pechino 2014