Home»News»Ok, il prezzo non era giusto: PSA rivuole soldi da General Motors per Opel

Ok, il prezzo non era giusto: PSA rivuole soldi da General Motors per Opel

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ok, il prezzo non era giusto: PSA rivuole soldi da General Motors per Opel

Il prezzo non è giusto: secondo l’agenzia Reuters, PSA sarebbe intenzionata a chiedere le restituzione di una parte della somma pagata a General Motors per Opel. La ragione è l’inadeguatezza del piano della casa del Fulmine per rispettare i prossimi limiti europei di emissioni di CO2. Nei giorni scorsi era stato anche presentato il programma di risanamento e rilancio, Pace!

In ballo ci sarebbero fra i 600 e gli 800 milioni

Carlos Tavares, il presidente del direttorio del gruppo transalpino, ripetuto pubblicamente che Opel non aveva messo a punto una strategia. Solo che PSA se ne sarebbe accorta poco prima della chiusura dell’operazione. E solo successivamente si sarebbe resa conto di quanto fosse ampia la forbice tra la realtà e le norme. Attualmente le emissioni medie di Opel sono a 127 g/km, mentre quelle di PSA a 101. Con il 2020 il limite è di 95. Tavares ha avvertito la casa tedesca che le sanzioni rischiano di essere pesantissime e potrebbero mettere a rischio la stessa esistenza di Opel. La società francese a partecipazione pubblica (il 12,7% del capitale è in mano allo Stato) rivorrebbe tra i 600 e gli 800 milioni di euro.

PSA aveva pagato 1,3 miliardi per le attività auto

Una somma importante che ammonta a circa la metà di quanto versato a General Motors per l’acquisizione del comparto auto di Opel, cioè 1,3 miliardi. L’operazione è stata avallata dalle autorità europee. Recentemente è arrivato il via libera anche a quella per le attività finanziarie, altri 900 milioni tra PSA e PNBParisbas. La notizia della possibile cessione era diventata di dominio pubblico solo poco tempo prima della firma dell’intesa, avvenuta alla vigilia del Salone di Ginevra. Nell’ambito dell’accordo, General Motors aveva accettato anche di farsi carico di 4,7 miliardi (stimati) per le pensioni dei lavoratori. Tavares non avrebbe escluso il ricorso a vie legali.

Articoli precedente

Jaguar XE SV Project 8, record al Nürburgring. "Battuta" la Giulia

Articolo successivo

Mini come smart? Almeno negli Stati Uniti forse solo come elettrica