Home»News»Abuso di posizione dominante: un miliardo di multa a Qualcomm

Abuso di posizione dominante: un miliardo di multa a Qualcomm

0
Condivisi
Pinterest Google+

Abuso di posizione dominante: un miliardo di multa a Qualcomm in Europa

Qualcomm, il colosso californiano dei semiconduttori da oltre 20 miliardi di dollari di fatturato, è stato multato dall’Antitrust europeo per abuso di posizione dominante. La sanzione è pesantissima: 997 milioni di euro, cioè poco meno di quella inflitta a Daimler, uno dei costruttori coinvolti nel “cartello dei Tir”.

Sanzione pesantissima pari al 4,9% del fatturato del 2017

Secondo la commissaria Margrethe Vestager la società ha versato “miliardi di dollari” alla Apple per non acquistare i microprocessori LTE da altri fornitori. Una pratica che ha penalizzato altre aziende e gli stessi consumatori che è andata avanti fino al 2016. La sanzione ammonta al 4,9% del fatturato del 2017 di Qualcomm. Con la connettività sempre più spinte della auto e, più in generale, della mobilità, l’azienda americana è diventata partner di diversi costruttori. Tra questi, solo per citarne alcuni, Renault, Jaguar Land Rover, Volkswagen Group e Honda. I microprocessori LTE, acronimo di Long Term Evolution, sono quelli che consentono ai dispositivi portatili di connettersi alla rete 4G.

Qualcomm ha già anticipato l’intenzione di ricorrere contro la decisione

Don Rosenberg, il capo del dipartimento legale di Qualcomm, ha spiegato che la società ritiene che l’intesa con Apple non abbia causato ripercussioni negative per i rivali, per il mercato o per i consumatori europei. Per questo ha anticipato un ricorso contro il provvedimento. A quanto pare l’intesa con Apple per la fornitura dei semiconduttori non prevedeva solo delle forti riduzioni, ma anche l’obbligo di non approvvigionarsi presso altre società. Per Qualcomm la notizia arriva in un periodo tutt’altro che sereno. Da un lato c’è il tentativo di scalata ostile da parte della rivale Broadcom e dall’altra ci sono le vertenze legali con la stessa Apple.

Articoli precedente

Microlino, la Isetta rinata elettrica, sta per arrivare. Grazie anche a Tazzari

Articolo successivo

Peugeot 308 GT: stradista completa con il nuovo cambio