Home»News»QUANTiNO, 14 ore elettriche grazie alla soluzione di nanoFlowcell

QUANTiNO, 14 ore elettriche grazie alla soluzione di nanoFlowcell

1
Condivisi
Pinterest Google+

Un anno fa si parlava di 1.000 chilometri di autonomia a zero emissioni, adesso – alla vigilia del Salone di Ginevra 2016 – QUANTiNO è stata guidata su strada per 14 ore consecutive. Dopo aver ottenuto l’omologazione su strada per l’Europa, QUANTiNO, informa nanoFlowcell, la società che ha sviluppato la tecnologia basata su celle di flusso, “ha già superato il test di durata”.

Gli sviluppatori coordinati da Nunzio La Vecchia (Chief Technology Officer di nanoFlowcell), hanno sottoposto QUANTiNO (una sorta di crossover sportivo da 3,9 metri di lunghezza a 2+2 posti) ad una verifica di 14 ore: un viaggio senza sosta per “testare l’adattabilità all’utilizzo quotidiano e l’integrità del sistema nanoFlowcell a carico permanente”. Il giro di prova era costituito da strade in area urbana nelle vicinanze di Zurigo con velocità variabili fino ai 74 km/h.

“Durante il giro di prova di 14 ore, QUANTiNO avrebbe lasciato dietro di sé per un massimo di tre ore la maggior parte delle automobili elettriche – fa sapere una nota della società – sia dal punto di vista teorico che in condizioni di guida reali. Tali prestazioni sono rese possibili soprattutto grazie al motore efficiente dotato di tecnologia nanoFlowcell e dall’utilizzo di liquidi elettrolitici”. “L’automobile avrebbe potuto viaggiare ancora, ma diversamente dalla tecnologia nanoFlowcell, io ho un limite”, ha dichiarato Nunzio La Vecchia dopo aver riportato l’auto ai box. “Abbiamo sviluppato un’alternativa per soddisfare l’esigenza di diversi tipi di carburante”, ha aggiunto.

QUANTiNO è il primo veicolo elettrico a bassa tensione con motore dotato di tecnologia nanoFlowcell ad aver ottenuto l’omologazione su strada. Lo spunto da 0 a 100 km/h avviene in 5 secondi e la velocità massima è di 200 km/h. QUANTiNO sarà in vetrina dal prossimo primo marzo al Motor Show di Ginevra presso lo stand della società di ricerca e sviluppo con sede nel Liechtenstein, insieme agli altri modelli della gamma.

Articoli precedente

Anche monete da 1 e 2 euro per valutare l'usura degli pneumatici

Articolo successivo

Mitsubishi Outlander PHEV, la prova del SUV ibrido plug-in