Home»News»RC Auto, occhio alle rate: meglio la soluzione con pagamento unico

RC Auto, occhio alle rate: meglio la soluzione con pagamento unico

0
Condivisi
Pinterest Google+

RC Auto, occhio alle rate: meglio la soluzione con pagamento unico

Pagare l’assicurazione a rate non conviene: secondo l’osservatorio SosTariffe.it l’RC Auto in unica soluzione è molto più conveniente. “A rate mensili si spende il 53% in più”, certifica il portale di comparazione.

Indagine sui tre modelli più venduti in Italia: Panda, 500X e Ypsilon

“La soluzione più dispendiosa è la dilazione in dodici mensilità, che in alcuni casi può far impennare la cifra dovuta anche del 52,6% in più”, si legge in una nota. L’alternativa al versamento in una sola soluzione c’è la divisione in due rate semestrali. L’indagine di Sostariffe.it ha esaminato i tre modelli più venduti del 2018: Fiat Panda, Fiat 500X e Lancia Ypsilon. La simulazione è stata fatta con il profilo di un automobilista maschio di 35 anni in prima classe di merito e residente a Milano. I pagamenti presi in considerazione sono stati: annuale unico, due rate semestrali e dodici rate mensili.

Differenze fino a quasi 100 euro in più per le RC Auto rateizzate

Per la Fiat Panda il costo della RcAuto passa da 190 a 242 e 257 euro. Cioè oscillazioni del 27,4 e del 35,3%, anche se in valori assoluti si tratta di 67 euro di differenza. Che diventano poco meno di 100 per la Fiat 500X: 192, 228 e 286 euro. Le differenze percentuali del premio sono del 18,8 e del 49%. Per la Lancia Ypsilon si passa dai “soliti” 190 euro della soluzione unica ai 230 (+21%) dei due pagamenti semestrali fino ai 290 delle dodici rate mensili (+52,63%). In termini assoluti si tratta comunque di somme non impossibili. La ricerca è solo la conferma che dietro le offerte con premi mensili bassi si nascondono spesso promozioni che sembrano convenienti, ma che non lo sono necessariamente. E questo non riguarda solo le RcAuto.

 

Articoli precedente

BMW X5, ecco come va la quarta generazione del suv tedesco

Articolo successivo

Mercedes Classe B, la rinnovata monovolume quasi per tutti