Home»News»Renault affida a Bollorè stessi poteri di Ghosn. E chiede notizie a Nissan

Renault affida a Bollorè stessi poteri di Ghosn. E chiede notizie a Nissan

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il nuovo numero uno (provvisorio) di Renault è Thierry Bollorè, che il Consiglio di Amministrazione del costruttore francese ha nominato dopo l’arresto di Carlos Ghosn. Il manager brasiliano presidente di Nissan e Ceo dell’Alleanza è stato arrestato in Giappone per vari reati finanziari. In una nota, Renault ha spiegato che Ghson è “temporaneamente impossibilitato” a svolgere le proprie funzioni di presidente e direttore generale.

Almeno 40 milioni di euro di guadagni non dichiarati da Ghosn in 5 anni

Il CdA transalpino ha lamentato il fatto di non essere in grado di “pronunciarsi nei sugli elementi di cui apparentemente dispongono Nissan e le autorità giapponesi”. Che a quanto pare riguarderebbero anche le attività finanziarie dell’Alleanza in Olanda. Nel frattempo è diventato di dominio pubblico che i guadagni non dichiarati da Ghosn nell’arco di cinque anni, dal 2011, supererebbe l’equivalente di 40 milioni di euro. Solo lo scorso anno, stando all’agenzia AFP, il manager avrebbe percepito 13 milioni di euro. Almeno ufficialmente.

Renault si appella a Nissan appellandosi ai principi di “trasparenza e fiducia”

Il CdA di Renault si è riunito per adottare “misure provvisorie di governance tese a preservare gli interessi del Gruppo e garantire la continuità delle sue attività operative”. Thierry Bolloré, classe 1963, è stato promosso a direttore generale delegato. Questo ruolo gli consentirà di assicurare l’operatività esecutiva perché gli stono stati affidati gli stessi poteri di Carlos Ghosn. Appellandosi ai principi di “trasparenza, fiducia e rispetto reciproco sanciti dalla Carta dell’Alleanza”, Renault ha chiesto a Nissan di trasmettere “tutte le informazioni in suo possesso provenienti dalle inchieste interne di cui è stato oggetto Carlos Ghosn”.

Articoli precedente

Intelligenza artificiale non solo guida ma scrive spot. Per Lexus ES Hybrid

Articolo successivo

Anche IP, Q8, Italiana Petroli e Tamoil abbassano prezzi benzina e diesel