Home»News»Reputation Manager, Marchionne primo. Bene Bombassei e Colaninno

Reputation Manager, Marchionne primo. Bene Bombassei e Colaninno

0
Condivisi
Pinterest Google+

Reputation Manager, Marchionne primo. Bene Bombassei e Colaninno

Sergio Marchionne continua a guidare la classifica sulla credibilità dei dirigenti italiani stilata da Reputation Manager che analizza mensilmente il trend.  Il numero uno di FCA ha totalizzato 77,41 punti su 100 perdendone oltre tre rispetto all’ultima rilevazione.

John Elkann è sesto con 20 punti meno dell’AD italo canadese

Nel gennaio del 2017 la sua reputazione aveva un gradimento che non raggiungeva i 67. Di sicuro Marchionne, nato a Chieti nel 1952, non perderà il sonno per questa indagine. Anche perché si avvicina il momento del suo addio al gruppo e non è ancora chiaro chi sarà il suo successore. Il presidente di FCA John Elkann (New York, 1976) è sesto dietro a Diego Della Valle con 55,7 punti.  Nella Top 100 della credibilità nella quale figurano solo manager di grandi aziende, mentre l’Italia è il paese delle piccole imprese. Altri capitani d’industria dell’automotive nazionale compaiono nella graduatoria: Alberto Bombassei e Roberto Colaninno.

Tra i primi 22 anche i top manager di Brembo e Piaggio

Vicentino, classe 1940, Bombassei guida il gruppo Brembo ed è undicesimo con un trend in crescita a quota  51,32. Si tratta di un valore poco sotto i massimi raggiunti a fine 2017 (51,7). Il numero uno di Piaggio, che ha recentemente annunciato lo sbarco in Egitto con l’Ape, è 22°. Nato a Mantova nel 1943, Colaninno è salito a 48,66 punti, il valore più alto in assoluto dall’inizio della rilevazione. Sul podio della graduatoria Reputation Manager, alle spalle di Marchionne ci sono l’editore Urbano Cairo (75,1) e l’Ad di Enel Francesco Starace (64,3). Brembo è in classifica anche con l’AD Andrea Abbati Marescotti, 81° con 37,82 punti.

Articoli precedente

Italia a "trazione J" in aprile: Jaguar e Jeep in tripla cifra. Dealer pessimisti

Articolo successivo

L'attaccabrighe che si fa in tre, nuove edizioni limitate per Jeep Wrangler