Home»News»Difetto ai freni, General Motors richiama 426.000 suv e pick-up

Difetto ai freni, General Motors richiama 426.000 suv e pick-up

0
Condivisi
Pinterest Google+

General Motors deve richiamare oltre 425.000 pick-up e suv negli Stati Uniti per problemi ai freni. Tra i modelli coinvolti dalla campagna c’è anche il secondo più venduto Oltreoceano, e cioè Chevrolet Silverado (altre 37.800 immatricolazioni in gennaio dopo le oltre 600.000 unità immatricolate nel 2015). Gli altri sono GMC Sierra ed il veicolo molto utilizzato dalle forze dell’Ordine, Chevrolet Tahoe.

Il richiamo disposto da General Motors è per 426.573 mezzi e la ragione è tutto sommato “banale” perché un dado filettato impiegato su questi veicoli potrebbe sfilarsi ed impedire così il corretto funzionamento del pedale dei freni. General Motors ha fatto sapere di non essere a conoscenza di morti o feriti legati a questo difetto. Il costruttore americano aveva dovuto richiamare milioni di auto per via del noto problema ai blocchetti di accensione, peraltro tenuto nascosto per anni e legato ad una molla del costo di 56 centesimi (altro componente “banale” come il dado filettato dei freni), costato la vita ad un centinaio di persone.

Articoli precedente

Gli Stati Uniti non sono un paese per le auto europee

Articolo successivo

Bentley Mulsanne Speed Beluga Edition, dove osano gli sceicchi