Home»News»McLaren Elva, la roadster in serie limitata da quasi 1,8 milioni di euro

McLaren Elva, la roadster in serie limitata da quasi 1,8 milioni di euro

0
Condivisi
Pinterest Google+

McLaren Elva, la roadster in serie limitata da quasi 1,8 milioni di euro

La nuova auto dei sogni è la McLaren Elva, una roadster realizzata in appena 399 esemplari disponibile in Italia a partire da 1.737.731 euro. Il prezzo include l’IVA, ma non le quasi inevitabili personalizzazioni che i facoltosi clienti decideranno di concedersi. In ogni caso dovranno pazientare almeno fino alla fine del 2020, periodo in cui è previsto l’inizio delle prime consegne.

 

Motore biturbo V8 da 815 CV e 800 Nm di coppia

Il modello è un omaggio alle sportive degli anni ’60 progettate da Bruce McLaren, ma trae anche ispirazione della Formula 1. La due posti a cielo aperto è la stradale più leggera mai prodotta dal costruttore britannico, che però non ne ha precisato il peso. Non a caso telaio e carrozzeria sono in fibra di carbonio così come i sedili, mentre i freni in ceramica sono al carbonio sinterizzato. Ossia soluzioni che i comuni mortali possono solo immaginare. Sotto il cofano monta il V8 biturboda 4.0 litri da 815 CV e 800 Nm di coppia. Il propulsore è strettamente imparentato con quelli che equipaggiano la McLaren Senna e la Senna GTR.

La McLaren Elva accelera da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi

La McLaren Elva è a trazione posteriore, dispone del “launch control” ed ha una trasmissione a sette marce. La roadster d’Oltremanica sprinta da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi. Tra le altre cose, ha un sistema di gestione attivo dell’aria (AAMS) brevettato che prevede l’utilizzo di due radiatori a bassa temperatura. Sono attive anche l’aerodinamica e le sospensioni idrauliche collegate allo sterzo elettroidraulico. Gli scarichi Inconel in titanio a quattro uscite assicurano un sound unico. In Europa, la McLaren Elva verrà venduta con il parabrezza, altrimenti non previsto. La roadster monta un badge personalizzato in oro bianco a 18 carati o in platino.

Articoli precedente

Tesla alla conquista della Germania, Gigafactory e produzione Model Y

Articolo successivo

Ferrari Roma, la nuova coupé 2+2 di Maranello da oltre 320 km/h