Home»News»ASI/ Roberto Loi confermato presidente. Per la sesta volta

ASI/ Roberto Loi confermato presidente. Per la sesta volta

0
Condivisi
Pinterest Google+

Torino – Roberto Loi è stato confermato per la sesta volta presidente dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI). Il 73% dei delegati dei club federati ha votato a sostegno dell’operato di Loi, che aveva aperto un duro contenzioso con il governo Renzi sul bollo per le auto storiche (in polemica anche con l’ACI) e sulla legge di Stabilità. Loi resterà in carica fino all’assemblea del 2019. Il programma di “legislatura” per questo nuovo quadriennio è di quattro punti: sensibilizzare il Governo circa il fallimento dell’abrogazione dei commi 2 e 3 dell’Art. 63, Legge 342/2000, per ottenere il riesame della materia concernente le tasse automobilistiche relative ai veicoli storici, seguire l’iter del Codice della Strada per ottenere la conferma dell’incarico certificativo dei veicoli storici per A.S.I. e FMI, migliorare la propria immagine attraverso le attività culturali svolte dalla stessa, con particolare riferimento alle iniziative museali e alle manifestazioni nazionali di maggior pregio, consolidare il rapporto con il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.

 

I delegati hanno anche eletto (confermato) i membri del consiglio federale che sarà composto da Ugo Amodeo, Ariel Atzori, Giuseppe Cannella, Renzo Cardini, Arcangelo Conserva, Giuseppe Di Mauro, Francesca Grimaldi, Angelo Melis, Alfredo Liberati, Domenico Paterlini, Pietro Piacquadio e Alberto Scuro. Andrea Barabino, Gigi Baulino e Giovito Di Nicola sono i revisori dei conti (Luigi Ragazzoni supplente), mentre Marcello Busetto, Giacomo Bongiorno, Tommaso Macrì, Franco Nardelli e Antonello Salvi formano il collegio dei probiviri.

Articoli precedente

QOROS/ Concept 2 Suv, plug-in ibrido con ricarica a induzione

Articolo successivo

ABARTH 595 COMPETIZIONE 180 CV