Home»News»Toyota lancia Kirobo Mini, robot da compagnia erede di Tamagotchi

Toyota lancia Kirobo Mini, robot da compagnia erede di Tamagotchi

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il robot “da compagnia” si chiama Kirobo Mini e, al cambio attuale dello yen, costa 350 euro. È una trovata di Toyota che, a quanto pare, va oltre la guida autonoma perché è per la guida solitaria. Si tratta di un simpatico robot tascabile (verrà commercializzato con una propria “custodia”) dagli occhi illuminati di arancione destinato a fare compagnia a chi è al volante da solo. Mentre si guida, si potrà fare conversazione e “scambiare” due chiacchiere. Niente discorsi troppo impegnati, però: Kirobo Mini è intrigante, ma “ragiona” al massimo come un bambino di 5 anni. Alto una decina di centimetri e “leggerissimo” (183 grammi di peso), è anche in grado di memorizzare le preferenze del suo accompagnatore.

Il Kirobo Mini di Toyota sembra quasi una evoluzione “naturale” (si fa per dire) del Tamagotchi, il gioco elettronico che aveva spopolato anni fa e che costringeva i possessori a prendersi cura dell’apparecchio come se fosse un animale. Il nuovo robot per guidatori solitari sa muovere anche testa e mani, quasi imitando i normali gesti che accompagnano una conversazione. Una telecamera consente a Kirobo Mini di riconoscere le espressioni della persona con la quale “dialoga” e di adattare di conseguenza le proprie risposte ed i propri movimenti. Il “problema” è che il robot di Toyota è poco… paziente: nel senso che può conversare fino ad un massimo di due ore e mezzo prima che si scarichino le pile, indipendentemente dalla simpatia del suo interlocutore. Per la ricarica della batteria servono almeno 3 ore. Se si rischia di rimanere imbottigliati a lungo nel traffico è bene scegliere con cura gli argomenti e la durata del “dibattito”. Oltre al costo iniziale di acquisto, per l’impiego di eventuali app dedicate, Toyota riferisce di altri 300 yen al mese (circa 2,6 euro).

Articoli precedente

PSA Groupe e BMW chiedono 180 milioni ad un fornitore italiano

Articolo successivo

Mercato: classifica dei 10 Paesi con il maggior numero di vendite