Home»News»SAAB/ NEVS sempre più cinese, partiti lavori fabbrica Tianjin

SAAB/ NEVS sempre più cinese, partiti lavori fabbrica Tianjin

0
Condivisi
Pinterest Google+

Tianjin (Cina) – Il rilancio di Saab, attraverso NEVS (National Electric Vehicle Sweden), ha un accento sempre più cinese. Dopo aver mandato a casa un terzo dei dipendenti in Svezia ed aver rischiato di dover chiudere l’attività prima ancora di riprenderla veramente, grazie alla joint-venture con i nuovi investitori del Regno di Mezzo (SRIT e Teamsun), è già stata posata la prima pietra per la costruzione del nuovo stabilimento di Tianjin, dove verrà realizzato anche il centro di ricerca e sviluppo. La fabbrica avrà la responsabilità di produrre veicoli ad alimentazione alternativa con una capacità annunciata massima fino a 200.000 unità l’anno.

 

L’altro (teorico) sito globale, informa una nota, è quello svedese di Trollhättan che si occuperà tuttavia di pianificazione, di formazione dei lavoratori e di componenti, almeno nella fase iniziale. I due “soci” investiranno rispettivamente oltre 145 milioni di euro (1 miliardo di yuan) e quasi 30 milioni di euro (200 milioni di yuan). La Bank of China ha inoltre assicurato un prestito da 10 miliardi di yuan (1,45 miliardi di euro) per lo sviluppo delle operazioni nel paese. NEVS fa sapere che la collaborazione tra il nuovo centro R&D cinese ed il (sempre meno) quartier generale svedese sarà stretto con l’obiettivo di sviluppare tecnologie automobilistiche per il futuro e modelli “su misura” per i consumatori cinesi.

Articoli precedente

KIA/ Cee'd facelift, novità fuori e sotto il cofano

Articolo successivo

GOCAR/ I vantaggi del noleggio a lungo termine