Home»News»Sarà una Seat l’elettrica “popolare” del gruppo VW, meno di 20.000 euro

Sarà una Seat l’elettrica “popolare” del gruppo VW, meno di 20.000 euro

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sarà una Seat l’elettrica “popolare” del gruppo VW, meno di 20.000 euro

Sei modelli elettrificati entro la fine del 2021 e, soprattutto, la prima auto”low cost” a zero emissioni del gruppo Volkswagen: Seat si è ritagliata una nuova credibilità internazionale. Il bilancio 2018, presentato dal Ceo Luca de Meo alla presenza (per la prima volta) del numero uno del colosso tedesco, Herbert Diess, è diventata una “passerella”.

Il nuovo modello Seat misurerà attorno ai 4 metri di lunghezza

Con importanti annunci sul futuro sostenibile del marchio. I risultati di Seat hanno indotto Diess ad affermare che “Seat assumerà sempre più responsabilità all’interno del gruppo“. Una di queste è lo sviluppo di una variante per la mobilità urbana della piattaforma elettrica MEB. Su questa architettura la casa spagnola produrrà un’auto da 20.000 euro che dovrebbe debuttare entro il 2023. Il modello misurerà circa 4 metri di lunghezza e sarà progettato, ha chiarito Diess, “specialmente per spostamenti urbani”.

La Mii sarà la prima auto a zero emissioni della casa spagnola

L’offensiva elettrificata di Seat include il lancio di sei modelli per la fine del 2021. Il primo sarà la Mii a zero emissioni cui seguirà la el-Born, che al Salone di Ginevra era “solo” un concept. Il suv Tarraco e la Leon verranno offerte anche in versione ibrida plug-in. La Cupra Formentor, anch’essa come prototipo al motor show elvetico, verrà lanciata nel 2022 come ricaricabile. Luca de Meo ha potuto annunciare che la produzione del modello avverrà presso il quartier generale di Seat, a Martorell.

L’ex Marchionne boy, de Meo, ha presentato il miglior bilancio della storia

Nel 2018 il costruttore catalano ha contabilizzato il miglior bilancio della storia con un aumento delle vendite del 10,5% (518.000 unità) ed un fatturato vicino ai 10 miliardi. Ma, soprattutto, con un profitto operativo che ha quasi “commosso” il responsabile finanziario, Holger Kintscher: 223 milioni, +93,2%. Seat è importante per la Spagna perché da sola vale il 3% dell’export nazionale. Per il terzo anno di fila, inoltre, il costruttore ha potuto distribuire un premio ai lavoratori. Il 15 aprile i circa 15.000 dipendenti incasseranno 1.068 euro di bonus, praticamente il 50% in più rispetto allo scorso anno.

 

 

Articoli precedente

24 ore di aumenti: Eni, Tamoil e Q8 rincarano la benzina. IP anche il diesel

Articolo successivo

Hyundai Venue, il suv da meno di 4 metri debutta al Salone di New York