Home»News»Seat Mii si fa elettrica. E poi (forse) tocca alla Leon ibrida plug-in

Seat Mii si fa elettrica. E poi (forse) tocca alla Leon ibrida plug-in

0
Condivisi
Pinterest Google+

La notizia rimbalza dalla Gran Bretagna anche se riguarda la Spagna: Seat Mii, la più piccola delle vetture del costruttore spagnolo del gruppo Volkswagen, potrebbe diventare disponibile nel 2019 anche in versione elettrica. Una soluzione possibile, visto che la gemella da cui deriva, la Up, è già offerta a zero emissioni. Ne ha parlato il magazine britannico AutoExpress, anche se in passato il responsabile dello sviluppo, Matthias Rabe, aveva dichiarato che la prima elettrica sarebbe stata un modello nuovo. Il numero uno del marchio, Luce de Meo, non si era mai sbilanciato sull’ipotesi elettrica, ma aveva lasciato intendere che anche Seat valutava progetti di modelli ad alimentazione alternativa.

Nel 2020, ipotizza la rivista britannica, Seat dovrebbe lanciare anche la prima auto sviluppata per essere a batteria, verosimilmente sulla nuova piattaforma modulare elettrica del gruppo (MEB). L’ipotesi è che la Seat Mii elettrica possa avere listino attorno ai 20.000 euro. Attualmente l’autonomia della appena rinnovata Volkswagen Up Si aggira sui 160 chilometri. Il costruttore spagnolo starebbe anche lavorando ad una versione ibrida plug-in di Seat Leon (della quale viene presentata in questi giorni a Barcellona la declinazione ad alte prestazione, la Cupra), in questo caso basata sulla VW Golf GTE.

Articoli precedente

Suzuki Ignis: è lei la più compatta, la più capace

Articolo successivo

Nuova Mini Countryman: maturità raggiunta