Home»News»Sarà verosimilmente elettrico, ma non un suv il secondo modello di Bugatti

Sarà verosimilmente elettrico, ma non un suv il secondo modello di Bugatti

0
Condivisi
Pinterest Google+

Bugatti avrà un secondo modello, ma non sarà un suv. Parola di Stephan Winkelmann, il numero uno del blasonato marchio che ha già rilanciato Lamborghini, dove è stato sostituito da Stefano Domenicali. “Non ci sarà alcun suv”, ha spiegato il manager tedesco, spazzando via ogni possibile speculazione.

Winkelmann: “Credo che Bugatti sia pronta per un secondo modello”

“Credo che Bugatti sia pronta per un secondo modello“, ha aggiunto. Solo che deve essere una vettura che “porta veramente qualcosa di nuovo”. Insomma: per Winkelmann non è sufficiente che sia un’ulteriore evoluzione iper sportiva, come la Chiron. Deve avere una diversa forma della carrozzeria. A quanto pare a Molsheim esiste un’idea di uno “stile di carrozzeria che attualmente non esiste sul mercato”, ha precisato Winklemann. Bugatti è in attesa del via libera dal gruppo per lavorare s questo nuovo progetto che riguarda una macchina di nuovo sviluppo. Non dovrebbe però trattarsi della Galibier, il concept a quattro porte esibito qualche anno fa e la cui produzione era subito sembrata incerta.

Già con la 35B, la Royale e la Atlantic era stato lanciato un nuovo stile

Il numero uno di Bugatti ha condiviso le sue riflessioni sul passo, che per l’Europa è meglio sia più corto, mentre in mercati come quelli della Cina e degli USA ha maggiori potenzialità quando è lungo. E tuttavia, quest’ultimo è meno attrattivo per una erto pubblico di appassionati. Nel passato di Bugatti ci sono già stati tre modelli “diversi”: la 35B, la Royale e la Atlantic. Nel domani dell’esclusivo marchio francese del gruppo Volkswagen non ci sarà più il motore W16. Winkelmann si è sbilanciato a favore della propulsione elettrica, che dovrà però assicurare prestazioni superiori, preferibile a quella ibrida. Del resto, in “casa” ci sarebbe la piattaforma della Porsche Taycan e, in futuro, quella PPE impiegata non solo a Zuffenhausen, ma anche ad Ingolstadt da Audi.

 

Articoli precedente

Tesla risparmia sull'assistenza e taglia la manutenzione programmata

Articolo successivo

Bmw vuole risparmiare 12 miliardi e lascia la Serie 3 GT senza eredi