Home»News»CARBURANTI/ Tribunale condanna Shell ad abbassare i prezzi

CARBURANTI/ Tribunale condanna Shell ad abbassare i prezzi

0
Condivisi
Pinterest Google+

Roma – “Abuso di dipendenza economica”. Con questa motivazione un giudice del Tribunale del Lavoro ha condannato Shell ad abbassare i prezzi imposti ad un gestore di un impianto di Massa e ad applicargli gli stessi listini di quelli di una vicina stazione di servizio gestita direttamente dalla compagnia anglo-olandese. Il gestore aveva vinto in primo grado e la sentenza ha resistito anche al ricorso opposto da Shell.

 

Fegica Cisl ha definito “importantissima” la sentenza perché, oltre al beneficio per gli automobilisti, “presenta motivazioni capaci di sconvolgere l’attuale assetto ingessato del mercato dei carburanti e riconosce la legittimità delle denunce che la categoria da tempo presenta per i prezzi alti e fuori mercato che vengono imposti ai gestori”. Il sindacato è impegnato da un anno nella campagna “Class Action. Giustizia per i Gestori” nell’ambito della quel è stata sostenta non solo l’azione del gestore Shell di Massa, ma anche quella avviata direttamente da Fegica Cisl contro Eni.

Articoli precedente

LAMBORGHINI/ 5-95 Zagato Concept a Villa d'Este 2014

Articolo successivo

AUTO D'EPOCA/ Le più belle di Villa d'Este 2014