Home»News»SICUREZZA STRADALE/ Presentata a Milano la Carta d’identità del pneumatico

SICUREZZA STRADALE/ Presentata a Milano la Carta d’identità del pneumatico

0
Condivisi
Pinterest Google+

MILANO – Questa mattina, presso la sede dell’Automobile Club di Milano, è stata presentata la Carta d’identità del pneumatico, una nuova iniziativa a tutela dell’automobilista, promossa nell’ambito delle attività della campagna per la sicurezza stradale “Pneumatici sotto controllo” e che ha già ottenuto il Patrocinio del Ministero dei Trasporti. La nuova iniziativa, come tutte quelle facenti parte del progetto ormai settennale “Pneumatici sotto controllo”, è firmata da Federazione Gomma Plastica-Assogomma-Gruppo Produttori Pneumatici e da Federpneus, l’associazione nazionale rivenditori specialisti di pneumatici. La Carte d’identità è un documento che ciascun automobilista e motociclista privato potrà richiedere gratuitamente al proprio rivenditore di fiducia all’atto dell’acquisto di pneumatici nuovi di qualsiasi marca e misura. E’ stata concepita per mettere tutti i consumatori nelle condizioni di utilizzare al meglio i propri pneumatici anche attraverso una serie di indicazioni e di informazioni per il corretto utilizzo e una periodica manutenzione dei prodotti acquistati. La Carta d’identità accompagna lo scontrino o il documento fiscale illustrando i termini della garanzia unitamente alla descrizione del prodotto. Il documento è in distribuzione presso qualsiasi soggetto che vende pneumatici: rivenditori specialisti, meccanici, car dealer, etc.. Tutti i rivenditori sono invitati a compilare la Carta d’identità del pneumatico e a consegnarla all’automobilista unitamente a una prova d’acquisto. Oltre a tutti i dati di riferimento relativi al pneumatico, con lo spazio riservato agli importantissimi controlli periodici, la Carta contiene anche alcuni dati della vettura su cui vengono montate le gomme perché è proprio verificando il tipo di vettura, il chilometraggio annuo e l’anno di immatricolazione che l’automobilista può ricevere opportune indicazioni circa il prodotto più adatto alla propria vettura, al proprio stile di guida e alle proprie disponibilità economiche. Effettuata la scelta, il rivenditore riporta negli appositi spazi i dati tecnici che permettono la chiara individuazione del pneumatico venduto, proprio come accade nella carta d’identità che riporta le generalità del cittadino. Le caratteristiche da annotare per ognuno dei quattro pneumatici (più quello di scorta) sono: l’esatto posizionamento di montaggio sulla vettura all’atto di acquisto; la marca; la misura, l’indice di carico, il codice di velocità (tutto obbligatoriamente corrispondente a ciò che è indicato nella carta di circolazione del veicolo); il nome commerciale del prodotto. Le informazioni riguardanti i pneumatici vengono completate da un codice identificativo D.O.T. che consente al produttore di pneumatici di risalire alla data di produzione. La data di produzione non ha nulla a che cedere con la garanzia legale che compete al venditore finale nei confronti del consumatore; la garanzia ha validità di due anni a partire dalla data di vendita del pneumatico. La Carta d’identità contiene anche importanti consigli per il corretto uso e la periodica manutenzione dei pneumatici. E’ stato creato un apposito spazio che consente al rivenditore di annotare quando sono stati effettuati i periodici controlli suggeriti e con quali risultati. Sono vivamente consigliati controlli periodici presso un rivenditore di fiducia ogni 10.000 km o ogni 5.000 km in caso di vetture sportive. Controlli che consentono di ottimizzare l’usura ed evitare inutili sprechi di carburante. Il controllo della pressione deve essere effettuata con regolarità almeno una volta al mese e comunque sempre prima di lunghi viaggi o dopo periodi di fermo del mezzo. Oggi, in Italia, circolano oltre il 50% di auto con pneumatici sottogonfiati, con evidenti altissimi rischi per la sicurezza.

Articoli precedente

PSA e MITSUBISHI/ I francesi forniranno il diesel 2.2 dell'Outlander

Articolo successivo

SUZUKI/ La GSR600 è la moto più venduta in Italia del 2006