Home»News»La SITEB “esulta”: l’ANAS ha rilanciato la manutenzione delle strade

La SITEB “esulta”: l’ANAS ha rilanciato la manutenzione delle strade

2
Condivisi
Pinterest Google+

La SITEB “esulta”: l’ANAS ha rilanciato la manutenzione delle strade

Nel 2018, per la prima volta da 144 mesi, in Italia è aumentata la vendite di bitume, cioè la manutenzione delle strade. Si tratta di un segnale incoraggiante per automobilisti e sicurezza. Perché, rileva la SITEB, l’associazione strade italiane e bitumi, significa che nel Belpaese si è tornati ad investire nella manutenzione del patrimonio viario. Anche la produzione è aumentata: dai 44,2 milioni di tonnellate del 2006 si era scesi alle 23 dell’ultimo triennio, mentre la stima per il 2018 è di una crescita del 3%.

La produzione è l’indcatore primario della costruzione manutenzione delle strade

La SITEB ricorda che si tratta “dell’indicatore primario delle attività di costruzione e manutenzione delle strade”. Seocndo il sodalizio questo dato “induce a ben sperare per la ripresa del comparto e soprattutto per la sicurezza delle nostre strade”. In realtà, anche il 2018 era cominciato male, con una flessione dell’11,8% del consumo di bitume nei primi 5 mesi. Nel corso dell’estate sono però stati avviati una serie di lavori che hanno rilanciato il settore. A trascinare la ripresa sono stati in particolare gli investimenti di ANAS sulla rete. L’ANAS, ha sottolineato Michele Turrini, presidente dell’associazione, “ha avviato un piano di investimenti come non si vedeva da tempo”.

“Criticità sulle arterie comuncali e provinciali”, ricorda il presidente Turrini

La SITEB parla di “criticità sulle arterie comunali e provinciali” ancora aperte. “Il nuovo Esecutivo – ha aggiunto il presidente – ha ora una grande opportunità: fare seguire i fatti alle consuete promesse di investimenti sulle infrastrutture, troppe volte annunciate e disattese dai diversi Governi che si sono alternati negli ultimi anni”. Al centro dell’attenzione vanno messe le strade comunali e provinciali. Il settore assicura un’occupazione a 31.000 addetti diretti con un valore della produzione e posa in opera stimato a fine anno a 1,7 miliardi di euro. Il bitume ha mediamente un’incidenza sul costo complessivo dei lavori stradali compresa tra il 40% e il 50%.

Articoli precedente

Ford porta la sperimentazione della guida autonoma a Washington D.C.

Articolo successivo

Alternative sicure: 5 stelle EuroNcap a Nexo e ES. E a Classe A e Mazda6