Home»News»La nuova Skoda Octavia anche Mild Hybrid e con più autonomia a metano

La nuova Skoda Octavia anche Mild Hybrid e con più autonomia a metano

0
Condivisi
Pinterest Google+

La nuova Skoda Octavia anche Mild Hybrid e con più autonomia a metano

Nel 2019 debutta la quarta generazione della Skoda Octavia, sottoposta ad un lifting appena lo scorso anno. Tra le novità principali c’è la “prima volta” di un motore Mild Hybrid a 48 Volt. Ma ci sono anche 30 millimetri di lunghezza in più per la variante familiare, che misurerà 4,7 metri.

Motori TDI da 1.5 e 2.0 litri con AdBlue

E ci sono anche alcuni litri di capacità in più del vano bagagli, che dovrebbe così superare quota 1.740 nella migliore della configurazioni possibili. La Skoda Octavia continuerà a venire proposta anche come berlina e come Scout. La casa boema ha deciso di non rinunciare alle motorizzazioni a gasolio. Il modello sarà sempre disponibile con i TDI con il sistema AdBlue per l’abbattimento dei gas di scarico. Le unità saranno da 1.5 e 2.0 litri con potenze comprese fra 95 e 200 CV.

Prossima Skoda Octavia TGI da 130 CV

Sul fronte benzina, la prossima Skoda Octavia disporrà del tre cilindri da 1.0 litri e dei quattro cilindri TSI da 1.5 e 2.0 litri. Il top di gamma, la variante RS, avrà 250 CV, 20 più di adesso. La gamma a benzina monterà di serie il filtro antiparticolato. Per li estimatori delle alimentazioni alternative, il modello verrà offerto con un TGI bifuel a metano da 1.5 litri la cui potenza passa dagli attuali 110 a 130 CV. Ma, soprattutto, avrà un’autonomia più estesa, vale a dire fino a 500 chilometri.

Articoli precedente

Tesla raggiunge le 5.000 Model 3 settimanali, 2 anni per evadere gli ordini

Articolo successivo

Lexus UX diventa crossover d'arte a Lisbona, protagonista di un Art Space