Home»News»Software emissioni, multata anche ZF, ammenda da 42,5 milioni di euro

Software emissioni, multata anche ZF, ammenda da 42,5 milioni di euro

0
Condivisi
Pinterest Google+

Un’altra società tedesca, la ZF, che ha attività anche in Italia, ha dovuto incassare una sanzione nell’ambito dei vari filoni di inchiesta relativi ai sistemi di abbattimento dei gas di scarico. La Procura di Stoccarda ha sanzionato il fornitore con 42,5 milioni di euro, poco meno della metà di quelli comminati a Bosch.

Resta aperto il procedimento a carico dei singoli

La formula è quella già impiegata in altre occasioni e cioè negligenza rispetto ai doveri di sorveglianza. La multa vera e propria è di due milioni e mezzo, mentre il resto è relativo agli sleali vantaggi ottenuti sul mercato. ZF non si opporrà all’ammenda, confermando così la stessa linea dei costruttori. Con questa sanzione anche ZF chiude il procedimento a proprio carico, anche se resta aperte l’inchiesta sulle responsabilità dei singoli. I giudici di Stoccarda avevano già sanzionato anche Daimler e Porsche.

ZF ha commercializzato il software incriminato a partire dal 2002

La Procura ha contestato al fornitore che il software di gestione abbinato alla trasmissione commercializzato dal 2002 a vari costruttori nazionali ed esteri non era stato sufficientemente esaminato per evitarne un impiego fraudolento. Stando ai documenti della KBA, l’autorità federale dei trasporti, l’adozione del sistema da parte di un costruttore aveva condotto ad emissioni eccessive di NOx. La Procura non ha diffuso il nome del costruttore. L’importo dell’ammenda risente anche dell’atteggiamento costruttivo della società, che ha collaborato con gli inquirenti.

 

Articoli precedente

Skoda Octavia Scout, "prima volta" a trazione anteriore e del nuovo TDI

Articolo successivo

Citroën C1 JCC+: una citycar modaiola