Home»News»Angelo Sticchi Damiani confermato alla presidenza dell’ACI fino al 2024

Angelo Sticchi Damiani confermato alla presidenza dell’ACI fino al 2024

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’Automobile Club d’Italia ha scelto la continuità: Angelo Sticchi Damiani è stato confermato alla presidenza per il quadriennio 2021-2024. Per il 74enne dirigente leccese si tratta del terzo mandato. Il voto a suo favore è stato quasi plebiscitario: ha ottenuto il 94% dei consensi. L’ingegnere civile e progettista di infrastrutture stradali è alla guida dell’ACI dal 2012.

L’ACI ha “cambiato passo” sotto la presidente dell’ingegnere leccese

Dal 2017 è anche vice presidente mondiale sport della FIA, la Federazione Internazionale dell’Automobile. In una nota, l’organizzazione spiega che “sotto la sua presidenza, l’ACI ha ‘cambiato passo'”. In particolare, il riferimento è all’impulso alla digitalizzazione del PRA. Tanto che oggi l’ACI è l’amministrazione pubblica “più avanzata nella dematerializzazione dei documenti e nella semplificazione dei servizi a utenti privati e operatori professionali, con l’80% delle operazioni richiedibili da remoto, via mail o PEC”. L’ACI ed il suo presidente si sono spesi anche sul fronte della sicurezza stradale con campagne di sensibilizzazione mirate e con la spinta sui Centri di Guida Sicura.

Sticchi Damiani impegnato per la mobilità del futuro e per il motorsport

Presso quello di Lainate, tra l’altro, Yellow Motori registra la sua trasmissione televisiva, almeno quando non vige il regime di “lockdown”. Già pilota di rally, Sticchi Damiani ha lavorato per mantenere e portare in Italia manifestazioni motoristiche importanti. E sui trasporti del futuro, il vecchio e nuovo presidente spiega che “oggi non esiste qualità della vita senza una qualità della mobilità e le nuove tecnologie – auto elettriche, semi-elettriche, a guida autonoma, connesse – sono fondamentali per pensare alla nuova mobilità ma da sole non bastano a ridurre l’inquinamento da traffico, ad aumentare la sicurezza e a migliorare la sostenibilità economica”.

Articoli precedente

Q8 completa il giro di rialzi, rincari di 10 millesimi per benzina, diesel e GPL

Articolo successivo

La Mercedes AMG GT Black Series è l’auto di serie più veloce al Nürburgring