Home»News»SUBARU/ Il motore Boxer 2.5 litri Turbo vince il premio Motore dell'Anno 2008

SUBARU/ Il motore Boxer 2.5 litri Turbo vince il premio Motore dell'Anno 2008

0
Condivisi
Pinterest Google+

ALA(TN) – Il mese scorso si sono svolte le premiazioni del prestigioso concorso Motore dell’Anno 2008. Fuji Heavy Industries Ltd. (FHI), produttore delle automobili Subaru, ha vinto con il motore 2,5 litri a 4 cilindri orizzontali contrapposti con turbocompressore fra i motori di cilindrata compresa fra 2,0 e 2,5 litri negli International Engine of the Year Awards. La premiazione è avvenuta lo scorso maggio all’Engine Expo a Stoccarda, in Germania. Subaru aveva già conquistato lo stesso premio per la prima volta nel 2006. Sulla base dei punteggi attributi dai giudici sono stati assegnati il premio assoluto, otto premi per fascia di cilindrata ed altri riconoscimenti di categoria. Il motore Subaru che ha vinto si è distinto per la grande coppia erogata a tutti i regimi a cui si abbinano prestazioni generali d’eccellenza e grande sfruttabilità, doti largamente condivise con gli altri motori della gamma Boxer Subaru. Le modifiche apportate alla più recente versione di questo propulsore ne hanno ulteriormente migliorato la potenza e la dolcezza di risposta, oltre ad averlo reso più pulito nelle emissioni. Questo a conferma del grande impegno che SUBARU riserva nello sviluppo tecnologico dei propri propulsori in particolare e delle vetture in generale. I motori Boxer Subaru a 4 cilindri sono impiegati, a seconda dei modelli e mercati, nelle versioni aspirate e turbo e nelle cilindrate 2,0 o 2,5 litri, sugli attuali modelli Forester, Impreza, Legacy ed Outback. Nel mercato italiano il motore 2,5 litri, nella versione aspirata da 173 CV a 6000 g/1’ e coppia di 227 Nm a 4400 g/1’, trova spazio all’interno del modello Outback e può essere alimentato sia nella versione benzina che nella versione Bi-Fuel benzina-GPL.

Articoli precedente

FIAT PROFESSIONAL/ I lavoratori, gli Azzurri e il brand sono "Leader Insieme"

Articolo successivo

TOYOTA ITALIA/ Nuova partnership con il Comitato Italiano Paralimpico