Home»News»Alla cassa! Dal 2017 i clienti Tesla pagano pieno ai Supercharger

Alla cassa! Dal 2017 i clienti Tesla pagano pieno ai Supercharger

0
Condivisi
Pinterest Google+

Anche i clienti Tesla dovranno pagare per il rifornimento elettrico: l’era dei Supercharger a disposizione gratuitamente sta per finire, almeno per chi ordina un’auto del costruttore americano dopo il primo gennaio del 2017. Lo ha reso noto la stessa società di Palo Alto, alle prese attualmente con investimenti considerevoli (fabbriche di batterie, ampliamento della produzione, acquisizioni) e problemi legati sia al funzionamento del pilota automatico sia agli incendi delle batterie (due morti a Indianapolis in una Tesla andata in fiamme dopo aver centrato un albero). La rete di Supercharger, il sistema di ricarica veloce per il quale Musk aveva annunciato 7.200 stazioni (attualmente sono 4.600) in tutto il mondo (in Italia sono 15, la più a sud a Ceprano, nel frosinate, con 8 prese), è stata finora messa a disposizione senza costi ai clienti Tesla.

Chi acquista una nuova Tesla dal prossimo 1 gennaio, però, non beneficerà più di questo vantaggio, ma soltanto di 400 kWh. Una volta esaurito il plafond, il pieno dovrà venire pagato, con prezzi che variano da regione a regione, a seconda dei costi. Entro la fine dell’anno il costruttore dovrebbe rendere noti tutti i dettagli, anche se ha precisato che la rete dei supercharger non verrà trasformata in un “bancomat” per fare cassa. Tutte le nuove Tesla continueranno a venire equipaggiate con la tecnologia che consente di fare rifornimento presso le colonnine di ricarica veloce. Il provvedimento non dovrebbe riguardare i “vecchi clienti”. Sono esclusi anche quelli che hanno già ordinato l’auto e la riceveranno entro il primo aprile del 2017. Significa che tutti i clienti che hanno versato la caparra per l’annunciata Model 3, l’elettrica “popolare”, dovranno pagarsi il pieno di energia.

Articoli precedente

A Los Angeles il nuovo "entry level" di Porsche Panamera, 330 CV

Articolo successivo

Comandi gestuali e funzioni "autonome" per Volkswagen Golf 2017