Home»News»Byton verso il debutto: già 50.000 prenotazioni per il suv elettrico M-Byte

Byton verso il debutto: già 50.000 prenotazioni per il suv elettrico M-Byte

0
Condivisi
Pinterest Google+

Byton verso il debutto: già 50.000 prenotazioni per il suv elettrico M-Byte

Byton, il costruttore cinese dal forte accento tedesco, è pronto a dare l’assalto al mercato con il suo primo modello, il suv M-Byte. La commercializzazione del veicolo, naturalmente elettrico, con maxischermo da 48” dovrebbe cominciare entro la fine dell’anno nel Celeste Impero.

Il sito produttivo di Nanjing non è ancora stato inaugurato

Poiché i rivali sono i costruttori premium della Germania, il nuovo Ceo tedesco, Daniel Kirchert (subentrato a Carsten Breitfeld, rimasto “solo” presidente), ha lasciato intendere che negli Stati Uniti ed in Europa lo sbarco avverrà poco dopo, ancora nel 2020. Almeno stando ai dati forniti da Byton, il suv M-Byte è già richiestissimo con le sue 50.000 prenotazioni arrivate attraverso il sito ufficiale. Ma la società ha grandi piani per il futuro e prevede che la prossima piattaforma arrivi prima del 2025, probabilmente già destinata alla guida autonoma. In casa Byton, tuttavia, la produzione non è ancora cominciata. A Nanjing è in corso la costruzione del primo stabilimento della società, che punta ai 300.000 veicoli l’anno.

M-Byte, 4,85 metri di suv con 520 chilometri di autonomia

L’inaugurazione è prevista per le prossime settimane. Kirchert ha fatto sapere di non temere il fatto che il marchio non sia noto. Secondo il manager, anzi, Byton ed M-Byte beneficeranno della grande offensiva elettrica dei costruttori tedeschi. Una sorta di “effetto traino” a zero emissioni che dovrebbe spingere anche gli altri costruttori. Quelli più ambiziosi in particolare. Anche perché i prezzi dei primi modelli elettrici non saranno esattamente “popolari”. Nè sarà a buon mercato il rifornimento elettrico. Il suv cinese misura 4,85 metri di lunghezza, è accreditata di 520 km di autonomia (con la batteria più capace) e sarà altamente connesso. Queste sono le promesse e le premesse: per i fatti occorre ancora attendere.

Articoli precedente

Distrazioni al volante, Hyundai testa cruscotto a due schermi con effetto 3D

Articolo successivo

Cambio al vertice di Subaru Italia, Koshimizu subentra a Yamada