Home»News»Suzuki Jimny, il 4×4 tascabile torna nel 2021 come veicolo commerciale

Suzuki Jimny, il 4×4 tascabile torna nel 2021 come veicolo commerciale

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sempre gettonassimo fra i professionisti, il suv tascabile Suzuki Jimny (3,48 metri di lunghezza e poco più di 1,6 di larghezza) torna come veicolo commerciale. Il modello non è più a listino per i clienti privati, ma dal 2021 sarà disponibile anche in Italia nella classe N1. Un po’ come la Settimana Enigmistica, anche il Suzuki Jimny vanta parecchi tentativi di imitazione.

Oltre 860 litri di volume di carico con rete divisoria metallica

L’originale è destinato a venire proposto dal costruttore anche a cinque posti in India, mentre in Australia ne è già disponibile una variante pick-up. La filiale europea della casa di Hamamtsu ha ufficializzato l’importazione della Suzuki Jimny come autocarro. Cioè una declinazione a due soli posti e con un ampio vano bagagli con pianale piatto e rete divisoria metallica di sicurezza per il carico. La capacità sale a 863 litri, 33 in più rispetto al modello passeggeri con i sedili della seconda fila ripiegati. Il suv N1 Suzuki Jimny sarà equipaggiato con le stesse dotazioni di sicurezza del fratello destinato ai privati.

Suzuki Jimny N1 a trazione integrale con riduttore e motore longitudinale

Di serie monterà sistemi come l’attentofrena (Dual Sensor Brake Support), il partifacile (Hill Hold Control) e lo scendisicuro (Hill Descent Control). Il veicolo avrà anche l’eCall, la funzione di messaggistica di emergenza in caso di collisione. Telaio a traliccio, motore longitudinale (il millecinque benzina da 102 CV), angoli caratteristici, sospensioni a ponte rigido e 3 bracci e trazione 4×4 Allgrip Pro con riduttore restano invariati. Per disponibilità e prezzi ci sarà ancora da attendere.

Articoli precedente

Industria dell'auto, 11 mld di perdite nel secondo trimestre. Una eccezione

Articolo successivo

McLaren 620R: ancora più cattiva grazie al pacchetto R