Home»Electric»Tesla numero uno, sull’impero elettrico di Musk non tramonta mai il sole

Tesla numero uno, sull’impero elettrico di Musk non tramonta mai il sole

0
Condivisi
Pinterest Google+

Tesla numero uno, sull’impero elettrico di Musk non tramonta mai il sole

Con 367.000 auto commercializzate, Tesla è diventato il primo costruttore elettrico al mondo. Il 2019 è stato un anno estremamente positivo per la casa californiana, le cui azioni hanno guadagnato talmente tanto in Borsa da raggiungere i 140 miliardi di dollari di quotazione. Significa che, almeno per gli investitori, Tesla vale più di Volkswagen e Daimler o di Volkswagen e Bmw messe assieme malgrado il numero dei veicoli commercializzati non è nemmeno lontanamente paragonabile.

Nel 2019 i volumi di Tesla sono lievitati del 50%, scavalcata la cinese BYD

I volumi del costruttore fondato da Elon Musk sono lievitati del 50%. Grazie a questo andamento Tesla ha distanziato le case cinesi. La BYD, il secondo costruttore elettrico al mondo, si è fermato a quota 219.000 auto. Nella graduatoria stilata dal Center of Automotive Management (CAM) seguono poi altre due società del Regno di Mezzo, la BAIC e la SAIC. Bmw e Volkswagen risultano solo quinta e sesta (plug-in inclusi). Anche la flotta elettrica circolante più grande al mondo è quella di Tesla, che dal 2012 va venduto circa 900.000 macchine.

Model S di successo, consegnata in 300.000 unità, un terzo in Europa

Lo scorso anno la casa californiana ha beneficiato in particolare del successo straordinario della Model 3, consegnata in 300.000 unità, un terzo delle quali in Europa. La BYD conta il secondo parco circolante elettrificato al mondo: includendo i veicoli plug-in arriva a 750.000 esemplari. Tesla è ottimista anche per il 2020, anno in cui conta di commercializzare mezzo milione di auto, anche grazie all’entrata in funzione del sito di Shanghai ed alla nuova Model Y che andrà in produzione a Fremont.

 

Articoli precedente

Rinnovata la gamma Renault Megane con la plug-in e le RS da 300 CV

Articolo successivo

Nuovo giro di ribassi su benzina, diesel e GPL, rifornimento meno caro