Home»News»Tesla aumenta le perdite, ma raggiunge rercord di consegne

Tesla aumenta le perdite, ma raggiunge rercord di consegne

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sogni e comunicazione fanno miracoli anche in economia ed Elon Musk, numero uno di Tesla, è il profeta degli investimenti sul futuro. Nel primo quadrimestre il “rosso” del costruttore americano di auto elettriche ha superato di altri 20 milioni di euro quello dello stesso periodo del 2016. In sostanza, il bilancio tra gennaio e marzo ha un passivo di 303 milioni di euro (330 milioni di dollari) contro i 282 dello scorso anno. Per Musk, naturalmente, questo è un aspetto (comprensibilmente) non troppo importante visto che i ricavi sono raddoppiati ed hanno raggiunto i 2,7 miliardi di dollari, mentre la produzione è lievitata del 64% con 25.000 auto consegnate. In nessun trimestre della propria breve storia, Tesla era riuscita a targare così tante macchine.

L’obiettivo delle 50.000 unità nel semestre sembra alla portata. Resta da capire se il costruttore californiano riuscirà a raggiungere il mezzo milione di unità fissato per il il 2018 (un milione nel 2020). Del resto, le maggiori perdite sono legate proprio agli investimenti per l’avvio della produzione di Tesla Model 3, l’elettrica “popolare” per la quale erano stati raccolti centinaia di migliaia di acconti. Gli azionisti, tuttavia, non sembrano affatto essere preoccupati, tanto che il valore di borsa di Tesla ha superato sia quello di General Motors, sia quello di Ford, malgrado produzione e vendite siano di gran lunga inferiori: dall’inizio dell’anno il titolo si è apprezzato del 45%.

Articoli precedente

Benzina e diesel, terzo ribasso di Eni in otto giorni

Articolo successivo

Alfa Romeo super in Germania: cresce del 153% col mercato a -8%