Home»News»La top 10 di gruppi e auto più vendute nel 2020. Le sorprese del Covid

La top 10 di gruppi e auto più vendute nel 2020. Le sorprese del Covid

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il gruppo Volkswagen ha confermato anche nel 2020 il proprio primato a livello globale fra i costruttori, ma i rivali giapponesi hanno piazzato non solo la Toyota Corolla, ma anche la Toyota Rav4 ai primi due posti della Top 10 delle auto più vendute. I dati sono stati elaborati da focus2move.

Il gruppo Volkswagen precede Toyota e l’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi

Il colosso tedesco è sceso a 9,31 milioni di auto targate, contro gli 8,9 di Toyota. Il primo ha ceduto il 14,55, il secondo “solo” il 12%. Al terzo posto l’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi con 7,95% (-20%). Poi ci sono i coreani di Hyundai e Kia con 6,52 milioni (-10,4%). Nonostante le flessioni (-16,8% FCA e -22% PSA), il dato complessivo dei marchi di Stellantis sarebbe di 6,81 milioni, piazzando la neonata società ai piedi del podio. Nell’ordine seguono poi General Motors (-13,2% a quota 6,26 milioni), Honda (-14,1% a 4,5 milioni), Ford (-18,3% a 4,15 milioni) e Daimler (-12,2% a 2,55 milioni).

La Corolla si conferma in testa alla Top 10 dei singoli modelli

Nella Top 10 delle auto la sola Toyota Corolla è riuscita a restare sopra il milione di unità vendute: 1.1134.262 secondo focus2move, in calo dell’8,8% rispetto al 2019. Il suv Rav4 si è arrampicato a 971.516, addirittura in crescita perché nell’ultimo ranking si era fermato a 953.401. Al terzo posto c’è il pick-up dell’Ovale Blu Ford F-Series che arrivava dalle 1.070.234 unità del 2019 e nel 2020 è stato immatricolato in 968.179 esemplari, la quasi totalità (98%) tra Stati Uniti e Canada.  Nella Top 10 compaiono poi altri due modelli nipponici: si tratta delle Honda CR-V (705.651) e Honda Civic (697.945).

Vendite in aumento per la Rav4 e la Nissan Sylphy nonostante la pandemia

Quindi altri due pick-up a stelle e strisce: la Chevrolet Silverado (637.750) ed il Dodge Ram (631.593, centomila pezzi in meno). Il primo modello di un costruttore europeo è la Volkswagen Tiguan con 607.121 esemplari contro i 747.685 dell’anno precedente. Completano il quadro altre due vetture giapponesi: la Toyota Camry (592.648) e la Nissan Sylphy, il solo altro modello oltre alla Rav4 ad aver incrementato i volumi nell’anno della pandemia. La compatta del Sol Levante ha raggiunto le 544.376 unità, quasi sessantamila in più rispetto al 2019 (475.845, +14,4%).

 

Articoli precedente

Porsche Taycan e basta, il nuovo entry level elettrico a trazione posteriore

Articolo successivo

Opel Combo-e: il van compatto a zero emissioni