Home»News»Toyota Aygo Connect, la citycar che paghi in base all’utilizzo effettivo

Toyota Aygo Connect, la citycar che paghi in base all’utilizzo effettivo

0
Condivisi
Pinterest Google+

Toyota Aygo Connect, la citycar che paghi in base all’utilizzo effettivo

Un dispositivo che cambia la vita e trasforma una citycar – la Toyota Aygo Connect, omologata Euro 6d-Temp – in un’auto il cui piano di pagamenti si definisce in base all’impiego reale. Il marchingegno è il modulo di trasmissione Data Communication (DCM) capace di registrare alcune informazioni chiave circa gli spostamenti della vettura.

Pay per Drive con rata modulabile in base al chilometraggio effettivo

La compattissima dagli occhi a mandorla (3,4 metri di lunghezza) diventa così il primo modello del colosso nipponico ad essere “connessa a 360°”. La filiale nazionale del costruttore giapponese assicura che è “in linea con le esigenze attuali di un clienti sempre al passo con i tempi”. La Toyota Aygo Connect include già l’integrazione con lo smartphone per Apple Car Play e Android Auto. Con la App MyT chi guida è in grado di visualizzare la posizione di parcheggiato e pianificare un itinerario. Ma anche verificare lo stato della propria vettura attraverso il controllo di diversi indicatori. La formula di finanziamento Pay per Drive è già disponibile sia sul nuovo RAV4 Hybrid sia sulla nuova Corolla Hybrid.

Toyota Aygo Connect è disponibile a partire da 100 euro al mese

La soluzione consente di scegliere tra cinque livelli di chilometraggio annuo predefiniti a cui corrispondono rate differenti. La rata può cambiare in base al valore residuo calcolato sul chilometraggio effettivo. La Toyota Aygo Connect è disponibile a partire da 100 euro al mese (per la versione x-play). Il programma Play per Drive permette anche di restituire la vettura in qualsiasi momento, di cambiare la durata del piano, modificare l’importo o azzerare le rate anche dopo l’acquisto. L’offerta del modello viene ampliata con le edizioni speciali x-cite e x-wave. La prima con vetri posteriori oscurati e libera bicolore arancione e nero (per il tetto), la seconda anche con il tettuccio in tela apribile elettricamente.

Articoli precedente

Hyundai e Nexo depurano l'ambiente con "Smart Air Purification" e filtri

Articolo successivo

Speciale Estate: tutte le Cabrio e le Roadster 2019