Home»News»Toyota vuole presentare la batteria allo stato solido alle Olimpiadi di Tokyo

Toyota vuole presentare la batteria allo stato solido alle Olimpiadi di Tokyo

1
Condivisi
Pinterest Google+

Toyota vuole presentare la batteria allo stato solido alle Olimpiadi di Tokyo

Toyota accelera sull’elettrificazione grazie alle batterie allo stato solido. “Siamo entrati in una nuova era”, ha dichiarato Shigeki Terashi, numero uno della ricerca e sviluppo. La testata specializzata tedesca Automobilwoche cita il top manager proposito alla batteria allo stato solido: “Un passo avanti che ha superato i nostri obiettivi”. L’accumulatore di nuova generazione – quello per il quale veniva immaginata l’adozione non prima del 2025 – verrebbe presentato già l’anno prossimo, in occasione delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

La batteria allo stato solido verrà esibita alle Olimpiadi di Tokyo

La scadenza è stata fissata dallo stesso Terashi. Grazie alla ricerca, Toyota anticipa di 5 anni i propri obiettivi sull’elettrificazione della flotta. A differenza di altri costruttori, il colosso giapponese – che svilupperà con Subaru per una piattaforma a zero emissioni – è parco negli annunci. Quello sulla nuova batteria allo stato solido assume per questo una grande importanza. Circa i dettagli e almeno nel corso di un incontro per informare circa i piani sull’elettrificazione, Terashi non ha detto altro. All’appuntamento coni giochi estivi non manca molto e Toyota avrà il tempo per lavorare alla messa a punto della nuova batteria allo stato solido, quella che tutti considerano la vera “rivoluzione” dell’auto elettrica. La scelta della rassegna a cinque cerchi non è casuale, visto che il costruttore è sponsor.

 Dieci nuovi modelli a zero emissioni entro la fine del prossimo anno

Grazie ad essa, l’obiettivo dei 5,5 milioni di veicoli elettrificati venduti all’anno fissato per il 2030 verrà anticipato al 2025. Di questi un milione sarebbero esclusivamente a zero emissioni. Entro la fine del prossimo anno Toyota intende presentare 10 modelli puramente elettrici, la maggior parte dei quali destinati a debuttare inizialmente in Cina. Il Celeste Impero è infatti di gran lunga il primo mercato al mondo per questo tipo di alimentazione. Resta da capire se tra questi c’è anche il Toyota Rhombus Concpet con fino a quattro posto con il conducente da solo nella seduta anteriore esibito a Shanghai. In Giappone lancerà una due inedita due posti. Il veicolo avrà un’autonomia di 100 chilometri ed una velocità massima di 60 km/h realizzata sulla nuova piattaforma modulare TNGA. L’architettura è nata all’interno del consorzio di cui fanno parte anche Mazda, Subaru, Suzuki e Daihatsu.

 

 

Articoli precedente

SempreNuova, la polizza assicurativa FCA Bank che copre i piccoli danni

Articolo successivo

Prezzi medi di benzina, diesel GPL ancora in calo. Quotazioni in rialzo