Home»News»Toyota rileva il 10,25% del capitale di Uber con un’operazione da 260 mln

Toyota rileva il 10,25% del capitale di Uber con un’operazione da 260 mln

0
Condivisi
Pinterest Google+

I servizi alla mobilità sono strategici per il futuro dei costruttori: ulteriori conferme arrivano non soltanto dalle indiscrezioni dell’interesse del gruppo Volkswagen per EuropCar, ma anche dall’ingresso di Toyota nel capitale di Uber. Il colosso nipponico ha rilevato il 10,25% della discussa società americana, finita più volte nel mirino delle autorità.

Uber ha aggiornato il piano di riduzione del personale, saltano altri 3.000 posti

Toyota ha investito 293 milioni di dollari, equivalenti a 260 milioni di euro. Una cifra non troppo diversa dalla capitalizzazione di borsa di EuropCar, attorno ai 390 milioni. La pandemia ha colpito duramente il settore della condivisione, tanto che Uber ha manifestato l’intenzione di tagliare altri 3.000 posti di lavoro oltre ai 6.700 già annunciati. La società aveva anche anticipato la volontà di chiudere 45 uffici.  Nemmeno Toyota, come tutti gli altri costruttori, sta attraversando un gran periodo.

Toyota ha chiuso il primo trimestre con un calo del fatturato dell”86%

Il primo trimestre del nuovo esercizio è stato caratterizzato da un crollo dell’86% del fatturato. E le previsioni per il resto dell’anno non sono troppo ottimistiche. Ma evidentemente anche in tempi di crisi certi investimenti possono risultare particolarmente interessanti. E anche vantaggiosi. Lo si capirà nei prossimi mesi, anche perché Toyota ha simultaneamente alleggerito le proprie partecipazioni in altre società.

Articoli precedente

Benzina e diesel, solo Q8 segue Eni: aumenti di un cent al litro

Articolo successivo

Estate sicura con "Metti in forma la tua Suzuki", 23 controlli gratis e filtri